Serie B e C, disastro annunciato: sospesa la partita della Ternana di questa sera, ecco cosa può succedere

Padova e Cittadella avranno altre tre avversarie in campionato? La partita delle 22 squadre si riapre in pieno “extra time”, o meglio, a tempo abbondanteme nte scaduto. Ma il calcio italiano ormai supera se stesso in quanto a imprevedibilità. La notizia di oggi pomeriggio del possibile ritorno della serie B a 22 squadre ha del clamoroso. I primi effetti sono tangibili: la Ternana ha subito chiesto alla Lega Pro la sospensione della partita, recupero del primo turno di campionato, programmata per questa sera alle 20.30, allo stadio Liberati, contro il Rimini. Lo ha detto il presidente della Ternana, Stefano Ranucci: “La sentenza del Tar è ampiamente, se non totalmente favorevole, tutte le ragioni sono state accolte. Ora la palla passa alla Federcalcio. Ci aspettiamo solo i pezzi di carta ma non sorprese. A questo punto presumo che il neo presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, voglia adottare i provvedimenti suggeriti, continuando a mantenere la tesi dei ripescaggi sostenuta fino al giorno delle sue elezioni. Questa ordinanza ci ripaga di tutti i sacrifici e le battaglie fatte. Terni ha vinto una bella partita”. Cesare Di Cintio, avvocato che cura gli interessi della Pro Vercelli (altra squadra in ballo per il ripescaggio): “Ora la palla passa alla federazione, che deve attuare mi auguro in tempi brevi la procedura dei ripescaggi. Ma non c’è dubbio che la serie B debba tornare a 22 squadre. Immagino che la Figc non abbia intenzione d’impugnare questa decisione e del resto non ci sono nemmeno i presupposti: i giudici hanno sospeso la pronuncia del Tfn evidenziando i profili d’illegittimità dei provvedimenti dell’allora commissario” le parole all’Ansa.

Si gioca sabato in B? La Lega cadetta rimane in attesa delle decisioni che la Figc vorrà adottare per ottenere la definitiva chiarezza sul tema. Dalla Lega cadetta è questa la posizione che filtra dopo aver appreso la notizia che il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio (sezione Prima Ter) ha accolto l’istanza cautelare stabilendo che l’ex Commissario Figc Roberto Fabbricini non aveva i poteri di modificare l’organico del campionato di Serie B.

Intanto, la Lega Serie B ha annunciato la convocazione per giovedì di un’Assemblea Straordinaria per esaminare la situazione. Questo il comunicato: “In conformità alle vigenti disposizioni statutarie e regolamentari l’Assemblea Ordinaria della Lega Nazionale Professionisti Serie B è convocata, in via d’urgenza stante l’eccezionalità della situazione determinatasi, per Giovedì 25 ottobre 2018, alle ore 08.00, in prima convocazione, e, occorrendo, in seconda convocazione per Giovedì 25 ottobre 2018, alle ore 14.00 presso la sede della Lega Nazionale Professionisti Serie B – Via Ippolito Rosellini 4 – Milano, per discutere e deliberare in merito agli argomenti contenuti nel seguente ordine del giorno:
1. Verifica poteri;
2. Valutazioni e determinazioni in merito al provvedimento reso dal TAR del Lazio in data 24 ottobre 2018”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. francesco giglio - 4 settimane fa

    La solita buffonata all’italiana,non abbiamo credibilità su nulla ce solo da vergognarci.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy