Serie D, la Virtus è la terza veronese tra i professionisti. Tommasi: “Può diventare il nuovo Chievo”

Con la vittoria sulla Liventina, è arrivata l’altro ieri la promozione in serie C della Virtus Verona che ha beffato il Campodarsego (sconfitto ad Adria). L’impresa della Virtus non è passata inosservata nel veronese. Così Damiano Tommasi, intervistato da L’Arena: “La società merita questo traguardo, speriamo possa poi restare in categoria dando magari l’opportunità a ragazzi di Verona di iniziare il percorso tra i professionisti – spiega il presidente dell’AIC, che il mondo rossoblù lo conosce bene per la conoscenza di vecchia data con Gigi Fresco – Tre squadre veronesi tra i professionisti? Non credo sia una questione che più di tanto riguarda la città, dipenderà molto dalla società. Mi spiacerebbe che il salto in una Lega Pro così competitiva, come d’altronde speriamo resti nei prossimi anni, fosse troppo grande per il club rossoblù, ma conoscendo Gigi e la storia della Virtus credo potranno riuscire a vincere anche questa sfida». Magari raccontando un’altra favola, come suggerisce lo stesso Tommasi. Come il Chievo di tempo fa? «Beh, c’è l’imprevedibilità del risultato e la favola sembra pronta a partite, ma adesso c’è un bello scalino da compiere, vedremo. L’augurio ovviamente è che possano fare il meglio possibile».

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy