Stadio Euganeo, Bonetto: “Dopo l’incontro di oggi mi sento più sereno. Ecco come ci può aiutare Abodi…”

Ecco le parole del presidente del Padova Roberto Bonetto, ai microfoni di PadovaSport.tv, al termine dell’incontro avvenuto oggi a Palazzo Moroni con il presidente del Credito Sportivo Andrea Abodi e l’amministrazione comunale.

Presidente, ci sono novità?
Sono stati fatti ulteriori passi in avanti, era necessario questo confronto con il Credito Sportivo per capire come operano nei finanziamenti per progetti come il nostro. Abodi aveva già avuto modo di vedere il nostro piano per rimodernare l’Euganeo, il fatto che sia venuto a Padova oggi è segno che c’è la volontà di collaborare. Abbiamo parlato di numeri, a lui interessa capire la sostenibilità del progetto più che i dettagli sul nuovo stadio.

Quali sono i requisiti per essere finanziati dal Credito Sportivo, presieduto da Andrea Abodi?
Intanto diciamo che il progetto gli piace e che vuole supportarlo. Dobbiamo risentirci la settimana prossima per aggiornarci perché vuole fare una valutazione approfondita. I requisiti sono la bontà progetto, deve capire se l’amministrazione comunale spianerà o meno la strada, poi conta ovviamente la serietà della società. Ci deve essere un ritorno economico del capitale investito. Il Credito Sportivo finanzia fino al 60 per cento dell’intera spesa. Abodi conosce bene la situazione dell’Euganeo, lo ha frequentato in passato sotto la presidenza Cestaro, sa che c’è bisogno di intervenire.

Un ulteriore passo in avanti dunque?
Dopo l’incontro di oggi mi sento più sereno. Non mi piace vendere fumo, lavorerò in modo serio per realizzare il progetto. E così farà il mio socio Oughourlian, oggi rappresentato da Alessandra Bianchi. Ora si passa alla seconda fase, vanno dettagliati i ricavi e i costi, dovremo andare a ingrandire ogni dettaglio.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy