Summit di mercato, Bonetto: “Abbiamo stanziato un budget per fare un buon girone di ritorno. E le cessioni…”

“Si andrà su giocatori che Foscarini riterrà adatti al suo sistemadi gioco, chiaramente non andremo su giocatori di Serie C perché abbiamo bisogno di gente pronta e di categoria. In uscita adesso, invece,le cessioni potrebbero essere meno complicate rispetto all’estate scorsa”. Così il presidente del Padova Roberto Bonetto, dopo il summit di mercato andato in scena ieri con il socio Joseph Oughourlian. “Arriviamo tutti dalla C, la B non è un diritto divino o un diritto acquisito per nessuno – continua Bonetto, interpellato dal Corriere Veneto – Dobbiamo trovare gente che abbia gamba e che abbia già giocato – spiega il presidente –. Ci sono ancora tre partite e i ragazzi dovranno dimostrare quello che valgono. Dipenderà molto da quale messaggio ci daranno i giocatori che attualmente sono in rosa. Abbiamo stanziato un budget che ci può mettere in condizione di fare un buon girone di ritorno». Serviranno anche le cessioni, fra cui quelle di Marco Guidone e Vincenzo Sarno: «Non possiamo avere 42-43 giocatori in rosa – taglia corto Bonetto –. Oughourlian coprirà la spesa per la sua parte, quando Joseph parla di squadra “potente” intende una squadra con ottime potenzialità, al momento non pienamente espresse. Squadre che ci hanno messo sotto non ne abbiamo trovate molte, ma ci mancano 5-6 punti».

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy