Una chat whatsapp per salvare il Bari. E si guarda al Vicenza per…

Oggi la Covisoc emetterà i pareri sulle domande di iscrizione. Due i casi “caldi” in serie B: Bari e Cesena.
La società pugliese, dopo più di quattro anni dal salvataggio (ricorderete lo slogan “Salvate la Bari”) torna a un passo dal fallimento. Nessuna ricapitalizzazione (sono necessari 4,6 milioni per evitare la liquidazione della società) e un futuro che parla di fallimento. Sembra una via crucis ormai con l’ultima (drammatica) tappa che si avvcina. Il problema è sempre lo stesso: trovare soldi per consentire al Bari di iscriversi al prossimo campionato e allestire una squadra che possa reggere. Ci ha provato il sindaco Antonio Decaro lanciando un appello al mondo imprenditoriale locale. E’ stata attivata anche una chat di whatsapp tra una trentina di imprenditori. Ma per adesso sono stati raccolti solamente segnali negativi.
In caso di fallimento si guarda al caso Vicenza: il Bari potrebbe prendere il posto in serie C lasciato dai biancorossi (dopo la “fusione” con il Bassano) e compiere lo stesso percorso unendosi al neopromosso Bisceglie. Altrimenti bisognerà seguire la prassi: titolo sportivo nelle mani del sindaco Decaro che dovrà attivarsi per trovare qualcuno in grado di presentare una squadra nel campionato di serie D.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy