Al San Paolo serve una vittoria per sperare

Al San Paolo serve una vittoria per sperare

Nell’ultimo turno, un successo con la Sacilese potrebbe non bastare per evitare i playout. Este tranquillo a Castelfranco.

Ultima tappa della stagione nel girone C di serie D, domani alle 15, ma fiato ancora sospeso sia in testa che in coda perché molti verdetti devono ancora essere scritti. Assodate la promozione diretta del Porto Tolle e le retrocessioni di Quinto e Kras Repen, restano ancora comporre la griglia dei playoff e quella dei playout, con quest’ultima situazione resa ancora più intricata dai numerosi scontri diretti che andranno in scena proprio domani.

Tra le squadre che ancora non sanno se potranno tirare un sospiro di sollievo o dovranno giocarsi la permanenza nella lotteria della post season c’è il San Paolo, che attualmente occupa il sestultimo posto, alla pari col Montebelluna e distanziato di un punto dal Cerea e di due dal Tamai, mentre il vantaggio su Giorgione e Sanvitese è attualmente di 7 e 10 lunghezze.

Negli ultimi 90’ del torneo, i gialloblù ospiteranno al “Plebiscito” una Sacilese che dall’alto del settimo posto non ha più nulla da chiedere al suo campionato e potrebbe quindi prestarsi al ruolo di “vittima sacrificale” nei confronti dei patavini, che sono invece obbligati a vincere e sperare in una combinazione favorevole di risultati dagli altri campi se vogliono evitare la lotteria degli spareggi.

«Dobbiamo crederci e sapere che ce la possiamo fare – esorta mister Fonti – Fisicamente stiamo bene, l’aspetto determinante sarà quello mentale. Alla fine conteranno solo i tre punti, per poi vedere cosa sarà venuto fuori dalle altre 3-4 gare che ci interessano. Abbiamo rispetto di una grande squadra come la Sacilese ma vogliamo uscire dalla partita di domani (diretta da Schirru di Nichelino, nda) con la salvezza».

Trasferta senza alcun tipo di patema d’animo, invece, per l’Este che scenderà in campo a Castelfranco con la tranquillità di una salvezza già in cassaforte: anche in caso di arrivo a pari punti, infatti, la classifica avulsa premierebbe i giallorossi sia nei confronti dei san paolini che del Montebelluna.

Opposto, invece, lo stato d’animo dei padroni di casa. Il Giorgione dovrà infatti far di tutto per vincere, in modo da tenere a meno di 8 punti il distacco da chi lo precede (altrimenti la regola prevede la retrocessione diretta senza disputa dei playout), per poi giocarsi la permanenza agli spareggi.

Tra le fila atestine, il riconfermato mister Zattarin darà probabilmente spazio a chi durante la stagione ne ha trovato meno, inserendo anche qualche juniores in prospettiva prossima stagione. Il match coi rosso stellati sarà diretto da Agostini di Bologna.

Questo il quadro completo della trentottesima giornata: Trissino-Montebelluna, Quinto-Real Vicenza, Pordenone-Legnago, Belluno-Porto Tolle, Cerea-Sanvitese, Tamai-Vecomp, Sambonifacese-Clodiense, San Donà-Kras Repen.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy