All’Abano uno spettacolare derby

All’Abano uno spettacolare derby

di Redazione PadovaSport.TV

THERMAL ABANO-ABANO 0-2

THERMAL ABANO: Merlano, Montin, Macolino (11’ st Pitasi), Strussiat, Sadocco, Vitagliano, Baldovin (26’ st Celi), Antonello, Franciosi, Parpajola (11’ st Banzato), Rocco. A disp: Sinigaglia, Scarmato, Massaro, Cianini, Bensi. Allenatore: Bisioli.

ABANO: Murano, Bordin, Zattarin, Ballarin, Maniero, Bilato, Da Ros (39’ st Guccione), De Cesare, Barichello, Bortolotto (18’ st Zompa), Beccaro (25’ st Franceschini). A disp: Rossi Chauvenet, Antonioli, Bizzotto, Danieletto, Giusti, Baccarin. Allenatore: De Mozzi.

ARBITRO: Mansi di Nocera Inferiore (Avalos, Lattanzi).

MARCATORI: 3’ st Bortolotto (A), 12’ st Barichello (A)

NOTE: Spettatori 450 circa. Ammoniti Zattarin, Beccaro (A), Vitagliano, Sadocco, Pitasi (T).

È dell’Abano il primo derby aponense in serie D. I neroverdi fanno valere il loro maggior tasso tecnico e un’organizzazione di gioco più puntuale, al termine di una partita giocata a gran ritmo specie nella prima frazione e nella quale hanno trionfato il divertimento e il fair play, nonostante la rivalità cittadina.

Con entrambe le formazioni inizialmente schierate col 4-3-3, il primo tentativo è dell’Abano, con Da Ros che al 5’ serve in profondità per Barichello, il quale manca di poco l’aggancio, anticipato in uscita da Merlano. Sul fronte opposto, al 7’ è Rocco che dal vertice laterale basso dell’area mette al centro per Baldovin, che tutto solo a un metro dalla porta calcia debolmente, sprecando un’occasione clamorosa.

La partita vive su continui capovolgimenti di fronte e così al 10’ è Bortolotto che dal limite tenta la piazzata sul secondo palo, con la sfera che termina a lato di un soffio. Ancora Abano al 17’, con De Cesare che prova l’azione personale ma le cui due conclusioni sono entrambe rimpallate dalla difesa. L’occasione più ghiotta per i neroverdi (oggi in casacca bianca) giunge al 20’, con la punizione dal limite di Ballarin che coglie il palo esterno con Merlano immobile.

La risposta del Thermal è datata 33’, quando Antonello dalla fascia destra mette al centro per l’accorrente Rocco, che di piatto angola però troppo il tiro da distanza ravvicinata. L’ultima fiammata della prima frazione arriva al 40’ ed è del neroverde Bortolotto, che cerca di piazzarla dal limite ma Merlano respinge basso.

Al rientro in campo dopo l’intervallo, l’Abano riesce subito ad imprimere la giusta piega al match e si porta in vantaggio al 3’ grazie a Bortolotto, che lanciato in profondità scarta in area il diretto marcatore e infila rasoterra Merlano. Passano dieci minuti e arriva anche il raddoppio per l’undici di De Mozzi, in virtù di un’azione manovrata che parte da una palla recuperata sulla propria tre quarti difensiva da Beccaro che serve Da Ros sulla destra; sul susseguente cross al centro, Bortolotto con un preziosismo di tacco serve alle sue spalle Barichello, il quale tutto solo infila Merlano per lo 0-2.

La girandola dei cambi trasforma lo schieramento degli ospiti neroverdi in un più prudente 3-5-2, mentre la Thermal si assesta su un 4-3-3 che favorisce una chiara occasione da rete per i rossoverdi (oggi in tenuta nera): al 20’ l’incursione di Pitasi viene respinta coi piedi, a due metri dalla linea di porta arriva quindi Rocco che col portiere ancora a terra spara incredibilmente alto.

La partita cala quindi comprensibilmente di ritmo e così bisogna attendere il 40’ per vedere Rocco sprecare l’ennesima palla gol, incornando alto un cross da destra di Franciosi. Il triplice fischio dell’arbitro decreta la terza sconfitta consecutiva per il Thermal, mentre l’Abano si riprende dal ko col Rimini e allunga in classifica, a +4 sui cugini.

SPOGLIATOI. C’è rammarico nelle parole del tecnico termale Bisioli, al termine del derby perso dai rossoverdi: «La prestazione sportiva non è stata male, in quanto non abbiamo concesso tantissimo, a parte un’occasione nel primo tempo e quelle da cui sono poi derivati i gol – commenta – Anche noi abbiamo avuto le nostre chance ma quello di cui non sono contento è l’atteggiamento mentale dei miei ragazzi, perché le partite sul campo si possono anche perdere e io ho grande rispetto per l’Abano, ma in questo caso l’abbiamo persa più per demeriti nostri che per merito degli avversari, a causa della nostra scarsa concentrazione».

Sull’altro fronte, chiaramente soddisfatto mister De Mozzi: «Credo che abbiamo dato vita ad una bella partita, interpretata da entrambe in modo propositivo e che quindi il pubblico si sia divertito – afferma l’allenatore dell’Abano – Le occasioni e i momenti positivi si sono alternati nel corso della gara, poi ad inizio secondo tempo abbiamo trovato subito il gol e per tutta la frazione abbiamo concesso poco, nonostante la condizione fisica ancora non ottimale. Sono contento per il nostro avvio di torneo».

ALTRE PARTITE. Ricordata la sconfitta nell’anticipo di ieri del San Paolo a Piacenza per 3-1, c’è da registrare oggi il primo ko della capolista Este, agganciata ora in testa dal Delta Porto Tolle. I giallorossi, ancora scossi dalla vicenda disciplinare che ha coinvolto in settimana Bonazzoli, hanno infatti perso 1-0 a Formigine (rete di Orlando al 31’). 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy