All’Este basta un pari per il titolo d’inverno

All’Este basta un pari per il titolo d’inverno

Nell’anticipo dell’ultima di andata, i giallorossi non riescono ad andare oltre l’1-1 contro un Folrì ridotto in 10 per metà  gara.

Commenta per primo!

ESTE-FORLI’ 1-1

ESTE: Bagherini, South, Boron, Lelj, Colman Castro, Aliberti, Asti Brun (16’ st Da Dalt), Rubbo, Sottovia (16’ st Carani), Rondon, Aliu. A disp: Fantin, Salvato, Barison, Mario, Gusella. Allenatore: Zattarin.

FORLI’: Nunziata, Sampaolesi, Martini, Sozzi, Orlando, Vanigli, Pezzi (30’ st Bergamaschi), Cagnini (1’ st Ceramicola), Belluzzi, Evangelisti, Mazzoli (22’ pt Giorgi). A disp: Casadei, Mordini, Morritti, Balestra. Allenatore: Bardi.

ARBITRO: Guccini di Albano Laziale (Rondina-Barbieri).

MARCATORI: 30’ pt aut. Giorgi (F), 38’ pt rig. Evangelisti (F).

NOTE: Espulso Vanigli (F) al 42’ pt per proteste. Ammoniti: Aliberti, Rondon (E), Sozzi (F). Spettatori: 1000 circa.

L’Este si aggiudica matematicamente il titolo di campione d’inverno ma non riesce ad andare oltre l’1-1 contro un Forlì che ha giocato metà gara in inferiorità numerica, nell’anticipo televisivo che ha visto di fronte due delle maggiori candidate alla promozione diretta. Per la squadra del presidente Lucchiari, comunque, si può parlare di un Natale sereno, con la consapevolezza che nel girone di ritorno ci sarà ancora da soffrire tanto per raggiungere l’obiettivo sperato a fine stagione.

In cronaca, cominciano bene i padroni di casa che all’8’ vanno vicini al gol con l’incornata di Lelj su cross di Rondon, salvata sulla linea dai difensori ospiti. L’Este spinge molto alla ricerca del vantaggio e al 19’ è un tiro alto di poco di Rondon dopo combinazione South-Rubbo sulla destra a far sussultare il numeroso pubblico presente. Giallorossi ancora vicinissimi alla segnatura 2’ dopo, col solito Rondon che pennella un suggerimento delizioso al centro, sul quale Rubbo arriva scoordinato e di piatto spedisce alle stelle. Al 28’ si fanno vedere anche i romagnoli, con un tiro senza pretese di Evangelisti dai 25 metri.

Il vantaggio padovano arriva alla mezzora: su corner da destra di Rondon, il neo entrato Giorgi è sfortunato nella deviazione di testa e beffa il proprio portiere col più classico degli autogol. Sulle ali dell’entusiasmo, l’undici di Zattarin sfiora il raddoppio al 34’ con Aliu che colpisce di testa a botta sicura ma trova sulla sua strada un Nunziata in stato di grazia. Sul conseguente corner, è Rondon a colpire direttamente la base del palo.

Abbastanza inaspettato, al 38’ arriva il pari forlivese, su rigore concesso dall’arbitro per atterramento di Sozzi ad opera di Colman e trasformato con freddezza da Evangelisti. Prima del riposo, gli atestini avrebbero l’occasione per riportarsi avanti al 42’ ma Nunziata è ancora super su Rubbo, imbeccato da Lelj.

La ripresa, con gli ospiti ridotti in dieci per l’espulsione nel finale della prima frazione di Vanigli per proteste, si trasforma in un continuo ma sterile assedio dell’Este, il cui attacco – privo dell’ariete Moresco, infortunato – si dimostra troppo evanescente di fronte ad una difesa organizzata e folta come quella messa in piedi da mister Bardi.

Ricordiamo che l’altra squadra padovana, il San Paolo, scenderà in campo domani alle 14.30, ospitando al “Plebiscito” il Mezzolara di Fabio Bazzani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy