Anticipi decisivi per le padovane

Anticipi decisivi per le padovane

Domani sfida al veleno per l’Este in casa della Vecomp mentre il San Paolo deve battere lo Scandicci per restare aggrappato ai playoff.

C’eravamo tanto odiati, ennesimo capitolo. Potrebbe essere riassunta così la partita che domani alle 14.30, vedrà di fronte Virtus Vecomp ed Este, nell’anticipo di lusso dell’undicesima di ritorno del girone D (arbitro Di Ruberto di Nocera Inferiore). Sì, perché quello del “Gavagnin” non sarà solo un confronto tra la prima e la terza in classifica, ma l’ultimo episodio in ordine di tempo di una storia iniziata a maggio del 2008.

Stessa categoria ma prospettiva opposta rispetto ad oggi, dove in palio ci sono punti che valgono un sogno chiamato Lega Pro. Allora si lottava per la sopravvivenza: playout. A Verona, l’andata finisce 1-1 e sette giorni dopo ai padovani, meglio piazzati al termine della regular season, basterebbe un altro pari. Ma la Virtus invece che fa? Va a sbancare il Nuovo Comunale con un perentorio 4-1 che manda i giallorossi all’inferno, finché i ripescaggi estivi non riconsegnano ai Feltrin boys le chiavi del paradiso. La storia si ripete a novembre 2011, coi rossoblù che sfruttano una papera del portiere Bagherini per infliggere agli atestini il primo dispiacere stagionale.

Si fermasse al calcio giocato questa rivalità… e invece: lo scorso mese, sul tavolo del giudice sportivo piomba un reclamo che solleva dubbi sulla regolarità del trasferimento estivo di Aliberti dal Venezia all’Este e la firma di chi è? Virtus Vecomp, ovvio! La stessa che presenta un altro ricorso sempre contro gli atestini, stavolta per presunte dimensioni troppo ridotte del campo di gioco della juniores.

E allora ha il suo bel dire il dg euganeo Tognon, quando afferma che i giallorossi «Affrontano una partita alla volta, come se fosse l’ultima, senza guardare classifica e avversari, perché noi vogliamo vincere sul campo e non con le carte bollate». Già, perché la scure della giustizia sportiva è un fardello che sicuramente condizionerà i padovani, apparsi in ripresa nelle ultime uscite, reduci dal confortante 3-0 inflitto al Cerea, rinforzati dal rientro dalla squalifica di Da Dalt e desiderosi di giocare uno scherzetto ai rivali, approfittando anche dell’altro scontro diretto in programma tra Forlì e Castelfranco.

Medesimi stimoli che spingeranno una Vecomp fermata sull’1-1 a Scandicci ma avvantaggiata dal fattore campo e obbligata a non compiere altri passi falsi, per non perdere contatto dalla vetta e non subire la rimonta di un lanciatissimo Mezzolara, impegnato domenica contro il fanalino Santa Croce.

Spera invece di approfittare degli scontri incrociati tra le prime quattro il San Paolo, che attende lo Scandicci, anch’esso anticipando la gara a domani pomeriggio (ore 15, arbitro Bianchi di Formia).

I due pari consecutivi con Lanciotto e Ravenna hanno fatto uscire i patavini dalla zona playoff a vantaggio del Mezzolara e la prospettiva del successivo turno infrasettimanale che vedrà il team di Fonti ospite dei cugini giallorossi in un derby che si preannuncia vero crocevia dell’ultima parte di stagione, non lascia alternative diverse dalla conquista dei tre punti ad Arcaba e compagni.

I toscani però, fermi a metà graduatoria con 37 punti, non possono permettersi ulteriori passi falsi, visto che i playout incombono, solo 5 punti più in basso. L’undici di Gutili, molto più proficuo in trasferta che tra le mura amiche, dovrà però fare probabilmente a meno del bomber Di Tommaso, oltre che di Pelliccia e Triarico. Organico quasi al completo, invece, in casa San Paolo, col solo Lestani ai box per guai muscolari.

«Speriamo di sbloccarci – si augura alla vigilia mister Fonti – Sarebbe bello rientrare tra le prime 5 e affrontare il derby di mercoledì rinfrancati da una bella prestazione. Contro il 4-3-3 dello Scandicci ci sarà da soffrire ma noi dobbiamo dare il massimo per non perdere contatto da un Mezzolara che nel girone di ritorno sembra volare».

Questo il quadro completo del trentesimo turno: Bagnolese-Pavullese (domani), Cerea-Tuttocuoio (domani), Camaiore-Pistoiese, Forcoli-Ravenna, Forlì-Castelfranco, Mezzolara-Santa Croce, Rosignano-Villafranca, Sestese-Lanciotto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy