Belluno, Corbanese sempre più bomber

Belluno, Corbanese sempre più bomber

Dica diciassette. Scaramanzie varie non valgono per Corbanese, che allunga così ancora in classifica marcatori. Ma per il capitano gialloblù l’unica graduatoria dove bisogna avanzare è quella del girone C. «Sono contentissimo per la vittoria, contro una squadra tosta che ci ha impegnato molto sul piano della corsa: con la testa siamo stati bravi ad avere pazienza riuscendo così a portarla a casa». Il “Cobra” ha sempre detto di essere uno a cui non piacciono i gol non decisivi. Di certo non è il caso di quello di Castelfranco, che è andato a chiudere una partita che il Belluno ha, dopo aver dominato, anche rischiato di vedersi sfuggire dalle mani. «Effettivamente in quella doppia azione abbiamo rischiato parecchio, però insomma un po’ di fortuna non guasta mai. Tolto questo episodio però la partita è sempre stata in mano nostra e, giocando come sappiamo, l’abbiamo vinta. Era una sfida complicata dalle tante assenze, ma chi è entrato ha fatto sicuramente bene e, in particolare, sono contento per Davide Canova che meritava questo esordio da titolare. Abbiamo dato la dimostrazione di essere un gran gruppo che si è compattato nel momento di difficoltà». C’ è stato anche un possibile rigore reclamato dal Cobra in avvio. C’era quella trattenuta, apparsa abbastanza evidente dagli spalti? «Secondo me, sì però non lo ha fischiato e sinceramente non mi piace molto parlare degli arbitri e mettermi a fare polemica»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy