Campodarsego, stasera la presentazione. Colpo Meloni per l’attacco

Campodarsego, stasera la presentazione. Colpo Meloni per l’attacco

A Reschigliano il caldo si è fatto sentire. Ieri, poco prima delle 16, i giocatori del Campodarsego erano tutti lì, sotto la tettoia che fa ombra al piazzale antistante agli spogliatoi. Magliette bianche con lo stemma, pantaloncini e calzettoni rossi. Tutti (o quasi) abbronzatissimi e pronti ad iniziare la nuova stagione agli ordini di mister Enrico Cunico – in completino rosso – dedito alla preparazione del primo allenamento, il suo personalissimo esordio sulla panchina della squadra rivelazione del Triveneto. E pensare che solo un anno fa, in via Marconi, sempre sotto il solleone si parlava di salvezza. «L’entusiasmo ci porta sicuramente ad ambire a qualcosa di più», le prime parole dell’allenatore. «La squadra è molto diversa da quella dell’ultima stagione, ma la dirigenza ha condotto un mercato di livello assoluto, dimostrando di tenere molto al progetto». Il Campodarsego con ogni probabilità se la vedrà con le big del girone C di Serie D: «Mestre e Triestina hanno allestito rose di prim’ordine, così come Altovicentino e Arzignano, che potrebbero rientrare nel nostro raggruppamento», ha aggiunto Cunico. «In ogni caso, tra le favorite, ci sarà anche il Campodarsego. Prima, però, vogliamo fare bella figura in Tim Cup e in funzione del turno preliminare del 31 luglio verrà impostato anche il lavoro atletico dei prossimi giorni». Ha voluto presenziare alla prima sgambata pure il presidente Daniele Pagin, che ha svelato qualche retroscena sulla questione Lega Pro: «Negli ultimissimi giorni ci sono state altre telefonate con responsabili e dirigenti di Firenze, ma ho deciso di metterci una pietra sopra», ha affermato. «Mi è stato detto che il fondo perduto di 250 mila euro non costituirebbe più un problema, ma preferisco avere delle certezze e fare un passo alla volta. Dobbiamo far crescere la società e migliorarne le strutture. A questi ragazzi, però, affido il mio sogno di salire in Lega Pro vincendo la D». Il patron biancorosso, più tardi, si è intrattenuto in mezzo al campo con staff e giocatori. Tra questi, l’ultimo “colpo” di mercato (ufficializzato ieri) Giuseppe Meloni. Un attaccante da 26 reti a stagione, le stesse segnate nell’ultimo campionato con la maglia dell’Unicusano Fondi (Serie D, Girone H): «Ero in trattativa con il Campodarsego da tre settimane», ha dichiarato il bomber 30enne, originario di Nuoro. «Dopo la buona stagione a livello personale, aspettavo una chiamata dai professionisti, ma alla fine ho scelto Campodarsego per l’organizzazione, le ambizioni e la voglia di provare il girone Triveneto, tra i più tosti della categoria. Tra l’altro conosco già il capitano Maurizio Bedin e Grasjan Aliù, miei compagni ai tempi della Spal». Meloni in carriera ha disputato 5 campionati di Serie D (147 presenze e 107 gol con le maglie di Fondi, Akragas, Savoia, Torres e Arzachena) e 3 di Lega Pro (51 presenze e 10 gol con Spal, Feralpi Salò e Savona). Stasera, alle 21, la squadra verrà presentata ufficialmente allo stadio “Gabbiano” di Campodarsego. La rosa. Portieri: Gabriele Brino (1997), Matteo Cazzaro (1999), Marco Santello (1999). Difensori: Mirco Barison (1999), Daniel Beccaro (1993), Alberto Buson (1996), Carlo Formenti (1999), Federico Gal (1996), Alessandro Lanzarini (1998), Alberto Galliot (1996), Nicola Riatto (1999), Mattia Sanavia (1998), Nicolò Severgnini (1990). Centrocampisti: Maurizio Bedin (1979), Riccardo Brentan (1999), Matteo Callegaro (1997), Davide Cappellaro (1999), Andrei Tanasa (1990), Alberto Pignat (1994), Giacomo Seno (1997). Attaccanti: Grasjan Aliù (1989), Davide D’Appolonia (1993), Giuseppe Meloni (1985), Igor Radrezza (1993), Fabio Lauria (1986), Maurizio Menale (1999). (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy