Dopo Bonazzoli, il Piacenza: l’arbitro Jouness ancora nel mirino

Dopo Bonazzoli, il Piacenza: l’arbitro Jouness ancora nel mirino

Commenta per primo!

Torna a far parlare di sé Ramy Ibrahim Kamal Jouness, l’arbitro che subì le offese razziste dal bomber dell’Este Emiliano Bonazzoli, squalificato per 10 turni (che finirà di scontare a metà dicembre) proprio in seguito all’espulsione rimediata a partita già conclusa, nel match che vedeva opposti i giallorossi alla Correggese. 

Ebbene, il fischietto di origini marocchine, iscritto alla sezione AIA di Torino e che nella vita di tutti i giorni fa il medico, mercoledì era chiamato a dirigere un’altra gara in terra padovana, ovvero Thermal Abano-Piacenza, terminata col successo degli aponensi per 4-2. Oltre alla sconfitta sul campo, gli emiliani hanno però rimediato anche una mazzata dal giudice sportivo della Lega Dilettanti. Il dottor Francesco Riccio ha infatti inflitto alla società piacentina una multa di 3000 euro e l’obbligo di disputare il prossimo turno di campionato a porte chiuse “per avere un folto gruppo di propri sostenitori, per l’intera durata della gara, rivolto espressioni gravemente offensive e di estrema trivialità, anche dal contenuto discriminatorio per ragioni di razza, territorio e religione all’indirizzo dell’arbitro”

Il Piacenza domenica ospiterà quindi la Correggese in un “Garilli” deserto, mentre Jouness non risulta designato per alcuna gara di serie D, pur essendo considerato uno dei pretendenti al salto nei ranghi degli arbitri di Lega Pro, nella prossima stagione. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy