E’ il giorno del derby anche per Este e San Paolo

E’ il giorno del derby anche per Este e San Paolo

La stracittadina minore mette in palio punti playoff. Domani il Thermal cercherà  di fare bottino pieno a Forcoli.

I motivi che hanno portato ad anticiparlo al sabato, creando così una perfetta sovrapposizione con quello di serie B, forse un giorno qualcuno ce li spiegherà. Sta di fatto che oggi (ore 14.30, arbitro Cenami di Rieti) andrà in scena anche il derby di serie D tra Este e San Paolo. Un confronto di provincia – chiamarlo derby appare eccessivo, visti anche gli ottimi rapporti che intercorrono tra le due società – che a differenza di quello dell’Euganeo metterà in palio punti buoni per la corsa playoff, più che per la salvezza.

All’appuntamento del “Nuovo Comunale” si è infatti arrivati con una situazione che vede i padroni di casa impegnati a difendere il loro quinto posto dal ritorno prepotente di Montebelluna e Ripa – propiziato dalle tre sconfitte consecutive degli atestini, l’ultima delle quali proprio in terra trevigiana – e gli ospiti che vincendo tre gare casalinghe si sono portati a quota 37, molto vicini all’asticella che decreta la salvezza ma con un occhio che punta anche ai cugini, distanti solo 4 lunghezze. I patavini dalla loro hanno anche un calendario sulla carta più semplice di qui alla fine del torneo, mentre i giallorossi devono ancora affrontare sia Marano che Pordenone, tanto per citarne due.

Ma proviamo ad inquadrarlo a prescindere dalla classifica, questo derby. E allora partiamo da quell’1-4 che all’andata segnò la fine dell’avventura di mister Saviolo sulla panchina del “Plebiscito” e diede anche il là al nuovo corso san paolino, caratterizzato da un ulteriore ringiovanimento della rosa. Sarà anche il derby degli ex, tanti su ambo i fronti: Raffaelli, Rubbo, Mazzeo, Lucchini, Moresco e Bedin, tanto per citarne alcuni. Non mancherà il confronto tra i 17 gol di Lasagna e gli 11 di Lucchini, uno che quando incrocia le sue ex squadre timbra con regolarità il cartellino e proprio domani dovrebbe tornare disponibile dopo un infortunio al ginocchio. Mancherà invece per squalifica Iarrusso, col giovane Dallavalle che godrà di un’opportunità importante per dimostrare il suo valore.

Mancherà probabilmente anche una fetta di quel pubblico che ci si sarebbe potuti aspettare giocando di domenica, richiamata da un Padova-Cittadella a prezzi popolari, ma almeno speriamo non difetti lo spettacolo in campo. Sarebbe il giusto tributo a chi oggi sceglierà di assistere a questo derby.

Consueto appuntamento domenicale invece per la Thermal Abano, che dopo essersi lasciata alle spalle un tris di sconfitte consecutive battendo il Mezzolara, affronterà domani la trasferta di Forcoli (arbitro Ragonesi di Perugia).

Gli aponensi vogliono riconquistare un posto in zona playoff, approfittando anche degli scontri diretti che vedranno impegnate le dirette concorrenti per le prime posizioni. Gli avversari, tra l’altro, potrebbero sembrare la classica vittima sacrificale dal basso del loro penultimo posto con soli 12 punti. Peccato che proprio domenica scorsa i toscani abbiano raccolto la prima vittoria esterna del loro torneo, imponendosi 2-0 a San Colombano e ridando fiato alle speranze di aggancio alla zona playout.

I rossoverdi termali, privi degli squalificati Mattioli e Bedin, dovranno quindi evitare pericolose sottovalutazioni e rispolverare anche la fama di squadra da trasferta che ha permesso alla truppa di Bisioli di disputare una stagione al di sopra di ogni più rosea previsione.

Questo il quadro completo della ventottesima giornata nel girone C: Belluno-Marano (oggi), Tamai-Pordenone (oggi), Fersina-Ripa, Monfalcone-Sacilese, Giorgione-Vittorio Veneto, Sanvitese-Dro, Trissino-Montebelluna, Triestina-Mezzocorona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy