Este batticuore, San Paolo con cinismo

Este batticuore, San Paolo con cinismo

Sotto 0-2, i giallorossi rimontano e battono il Venezia. I gialloblù si impongono per 2-0 a Belluno grazie alla doppietta di Lucchini.

ESTEUNION VENEZIA 3-2

ESTE: Rosellini, South, Barison, Carraro, Meneghello (1’ st Trovò), Salvato, Gusella (31’ st Moroni), Rubbo, Agostini (47’ pt Carani), Rondon, Moresco. A disp: Rossetto, Colman, Marchetti, Iachemet. Allenatore: Zattarin.

UNION VENEZIA: Casini, Casagrande, Cardin, Falcier, Aliberti, Borotto (27’ st Pilon), Collauto (37’ st Barzan), Lelj, Zubin, Ferretti (11’ st Mazzeo), Malagò. A disp: Gallo, Buso, De Freitas, Bisiol. Allenatore: Cunico.

ARBITRO: Tardino di Milano.

RETI: 9’ pt Ferretti (V), 40’ pt Casagrande (V), 2’ st e 43’ st Moresco (E), 34’ st Rubbo (E)

NOTE: ammoniti Moresco, Barison, Trovò, Rubbo, Carraro (E), Lelj, Borotto (V). Spettatori 1100 circa.

Partita dalle mille emozioni, quella tra Este e Venezia, che hanno dato vita ad un match intenso e combattuto, ben giocato da entrambe nonostante il terreno non fosse nelle migliori condizioni a causa del freddo e dell’umidità che caratterizzano la stagione.

Dopo una fase iniziale di studio, sono gli ospiti a portarsi in vantaggio al 9’, sugli sviluppi di un corner: Casagrande colpisce di testa, la palla rimane lì e Ferretti è il più lesto di tutti ad insaccare in scivolata. Un minuto dopo il Venezia potrebbe raddoppiare con un diagonale di Zubin dalla sinistra che si perde di poco a lato. L’Este si fa vivo dalle parti di Casini al 15’ con un debole colpo di testa di Moresco dal dischetto del rigore, che l’estremo difensore para facilmente a terra. Il tempo di vedere annullata una rete direttamente su punizione di Rondon al 23’ (forse per fuorigioco) e al 40’ i lagunari raddoppiano con un’azione fotocopia del primo gol: corner da sinistra di Collauto, Malagò la mette al centro dal secondo palo e Casagrande di testa sigla il doppio vantaggio.

La ripresa vede un’Este rinvigorito e un evidente calo sia fisico che mentale degli ospiti. Al 2’ il neo entrato Carani entra in area al termine di una discesa irrefrenabile, la sua conclusione viene ribattuta dai difensori, arriva Moresco che di piatto accorcia le distanze. Ancora Moresco al 22’ cincischia inspiegabilmente ad un metro dalla linea di porta e si fa portare via la palla. Gli arancioneroverdi hanno una fiammata tra il 32’ e il 33’, quando per due volte Rosellini deve superarsi per deviare le conclusioni sotto misura di Zubin. Il pari è però nell’aria e arriva al 34’: punizione dalla trequarti sinistra di Rondon, sponda aerea di Moresco per Rubbo, che di testa insacca. Al Nuovo Comunale il numeroso pubblico va in visibilio ma non ha ancora visto il meglio della giornata: quando mancano infatti 2’ allo scoccare del 90’, su un corner da destra di Rondon, Moresco prende l’ascensore e insacca il clamoroso 3-2, che proietta i giallorossi verso una più tranquilla posizione di metà classifica, facendo contemporaneamente perdere al Venezia il primato, a vantaggio del Treviso.

Importantissima anche la vittoria esterna colta dal San Paolo a Belluno: una doppietta di Lucchini al 10’ del primo tempo e al 5’ della ripresa, permette infatti ai gialloblù di agganciare il treno playoff.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy