Este e San Paolo inseguono un Natale sereno

Este e San Paolo inseguono un Natale sereno

Impegni importanti in chiave salvezza nell’ultima di andata, contro Giorgione e Sacilese.

Commenta per primo!

Archiviata senza danni la fine del mondo, le padovane di serie D guardano ora con apprensione e speranza a quella del girone d’andata, prevista per domani alle 14.30, quando verrà dato il fischio d’inizio della diciannovesima giornata, l’ultima prima della pausa natalizia.

Anche se ci saranno ancora delle gare da disputare prima che l’anno finisca (una di queste riguarderà il San Paolo, che recupererà domenica 30 il match in casa del Kras, rinviato due volte per neve), domani sera si potrà avere una fotografia abbastanza precisa delle gerarchie instauratesi nel girone e si potranno quindi trarre le prime conclusioni stagionali.

Per le nostre squadre, l’incubo da scacciare è quello che le vedrebbe precipitate in zona playout, un rischio molto concreto per entrambe e che il tecnico san paolino Fonti sintetizza con efficacia, alla vigilia della trasferta in casa della Sacilese: «Finora ci sono state magari le prestazioni, come domenica scorsa contro il Montebelluna ma da adesso in poi conta il risultato. Bisognerà lottare fino all’ultimo per mantenere la categoria e non si può mollare di un centimetro».

L’impegno in Friuli sarà però tutt’altro che agevole, vista la caratura dell’undici di Parlato, che dopo un avvio stentato si è ripreso fino a raggiungere una posizione di metà classifica, quattro punti sopra i patavini, che lascia ancora spazio ad ambizioni di playoff. Privo dell’infortunato Nicoletti, mattatore dell’ultima sfida vinta a San Donà, l’ex mister del Rovigo potrebbe comunque optare per il tridente, affiancando il giovane Tocchetto al tandem Adriano-Furlan. Sull’altra sponda, mancheranno i lungodegenti Masiero e Furlanetto, oltre allo squalificato Milani. Arbitrerà Marchi di Bologna.

Vittoria “obbligata” anche per l’Este, che ha solo un punto (e una gara) in più dei cugini di città e che ospiterà un Giorgione invischiato nella medesima situazione e che pare la copia dei giallorossi anche quanto a situazione della rosa. Pure i rossostellati hanno infatti puntellato il gruppo nel mercato appena concluso, ingaggiando gli esperti Bedin, La Cagnina e De Souza per sopperire ai numerosi infortuni che terranno fuori a lungo i vari Busà, Rostellato, Peruzzo, Donè e Lorello. Per il match di domani (arbitrato da Moretti di Foligno), mister Esposito dovrà rinunciare anche al talento Episcopo e l’undici castellano appare quindi come un rebus difficile da sciogliere.

Analoghi grattacapi avrà anche il collega Zattarin, il quale dovrà fare i conti con la squalifica di Di Fusco in difesa, l’inserimento dei nuovi arrivi Zecchinato e Iarrusso, oltre alle croniche difficoltà sia offensive che difensive che hanno causato la ripida discesa degli atestini, interpreti tra le mura amiche di un ruolino di marcia particolarmente deludente, comprensivo di ben 4 sconfitte.

Le altre partite del diciannovesimo turno: Clodiense-Sambonifacese, Porto Tolle-Belluno, Kras Repen-Sandonà Jesolo, Legnago-Pordenone, Montebelluna-Trissino, Real Vicenza-Quinto, Sanvitese-Cerea, Virtus Vecomp-Cerea.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy