Este in vetta di forza, San Paolo in frenata

Este in vetta di forza, San Paolo in frenata

La capolista stende 3-0 il Cerea, i gialloblù non vanno oltre lo 0-0 a Ravenna e perdono il quinto posto.

ESTE-CEREA 3-0

ESTE: Bagherini, Barison, Boron, Lelj, Aliberti, Colman Castro, Michelotto (36’ st Turetta), Rubbo, Sottovia (30’ st Carani), Rondon, Moresco (44’ st Gusella). A disp: Fantin, Salvato, Meneghello, Mario. Allenatore: Zattarin.

CEREA: Tosato, Rossignoli, Bonfà, Dal Corso, Ghiragato, Da Silveira Cez, Testini (13’ st Brustolin), Angelico, Moretto (11’ st Molinari, 26’ st Soave), Guccione, Filippini. A disp: Bersan, Brighenti, Fiorini, Barnaba. Allenatore: Boron.

ARBITRO: Ranaldi di Tivoli (Semperboni, Bresmes).

MARCATORI: 13’ st, 19’ st Sottovia (E), 42’ st Moresco (E).

NOTE: Espulso al 32’ st Ghiragato (C) per doppia ammonizione. Ammoniti Boron (E), Dal Corso, Ghiragato, Testini, Da Silveira (C). Spettatori 500 circa.

L’Este stende con un perentorio 3-0 un Cerea sceso al Nuovo Comunale senza timori reverenziali ma poco accorto nel dosare le energie, calate in maniera evidente nella ripresa, quando invece i giallorossi hanno dimostrato di aver ritrovato la freschezza e il gioco che li avevano caratterizzati nel girone d’andata.

Giornata primaverile e buon pubblico fanno da cornice ad una partita ben giocata, nella quale la prima occasione è da assegnare agli ospiti, con la botta al volo di Guccione dal limite dell’area al 9’, sugli sviluppi di un batti e ribatti: la sfera sbatte sulla parte alta della traversa ed esce. I padroni di casa replicano al 18’, quando Moresco inventa una palombella per Michelotto che a tu per tu col portiere non riesce a superarlo in pallonetto e gli consegna di fatto il pallone tra i guantoni.

Passano 5’ e Rondon direttamente da corner quasi sorprende Tosato sul primo palo, con l’estremo difensore veronese abile a smanacciare la sfera sulla linea di porta. I giallorossi riescono poi ad uscire dall’asfissiante ma sterile assedio del Cerea solo nel finale di tempo, precisamente al 39’, quando un azione personale di Sottovia porta il giovane avanti padovano ad esplodere il destro dal limite, parato centralmente dal portiere.

Il numero 9 dell’Este avrà comunque modo di rifarsi nella seconda frazione, mettendo a segno due reti. La prima arriva al minuto 13, con Lelj che difende palla al limite dell’area e tenta la conclusione che viene però rimpallata; Moresco alza il pallone di testa e Sottovia in girata acrobatica supera il portiere per il vantaggio atestino.

Passano 6’ minuti e sugli sviluppi di un corner, arriva anche il 2-0: Lelj tenta la conclusione da dentro l’area, la palla si perde in una selva di gambe ma Sottovia è più lesto di tutti e in scivolata sigla il dodicesimo centro personale, che lo incorona capocannoniere giallorosso.

Secondo, in questa speciale classifica, è capitan Moresco, il quale al 42’ realizza il 3-0 scaricando un sinistro potentissimo dal dischetto, dopo che Tosato era riuscito a respingere a mano aperta il diagonale da sinistra del neo entrato Turetta.

Il risultato di Este fa piacere anche al San Paolo, fermato sullo 0-0 a Ravenna e che perde così il quinto posto a vantaggio del Mezzolara, impostosi 3-2 a Pistoia. Per i gialloblù c’è almeno la magra consolazione di aver ritrovato un seppur minimo vantaggio proprio sul Cerea, contro il quale sarà impegnato domenica 25, subito dopo il derby di mercoledì 21 nella bassa padovana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy