Este per il primato, San Paolo per rinascere

Este per il primato, San Paolo per rinascere

Domani i giallorossi difenderanno l’imbattibilità  con lo Scandicci, mentre i gialloblù se la vedranno con la Pavullese e gli infortuni.

Commenta per primo!

Una vola, stende uno dopo l’altro tutti gli squadroni del girone e ha come unico problema quello di rimanere coi piedi ben piantati a terra. L’altra era partita bene ma da alcune settimane arranca, segna col contagocce e sembra aver smarrito la filosofia sbarazzina che ne aveva agevolato le fortune passate.

È con stati d’animo diametralmente opposti, che le padovane di serie D si presentano all’ottava giornata d’andata, in programma domani alle 15.

Solitaria in cima alla classifica c’è l’Este, che dopo il colpaccio a Ravenna (quarta vittoria su 4 trasferte, nda) vuole consolidare il proprio primato ma dovrà vedersela con lo Scandicci (arbitro Di Martino di Teramo), l’unica altra squadra ancora imbattuta nel girone.

I toscani, presenti in categoria per il sesto anno consecutivo, assomigliano molto alla capolista come impostazione e per accorciare le distanze dalle battistrada – sono quarti, a 6 lunghezze dalla vetta – puntano molto sulla coppia d’attacco Di Tommaso-Fabbri ma anche sulla solidità difensiva, che ha permesso loro di mantenere l’imbattibilità esterna.

Chi sicuramente non ha problemi sul fronte offensivo è l’undici di mister Zattarin, che su 17 reti messe a segno, ne deve 13 ai suoi 5 attaccanti, equamente spartite. Il tecnico giallorosso non dovrebbe avere grossi problemi di formazione, con Aliberti che pare recuperato e il solo Rubbo che potrebbe rimanere ai box ancora per un turno.

Tutt’altro spirito dovrà invece animare il San Paolo, che ospiterà la Virtus Pavullese (arbitro Colosimo di Torino) con un unico obiettivo: tornare alla vittoria per porre fine a un periodo per niente felice, che non vede i gialloblù uscire dal campo coi tre punti da sei turni. Il ko di domenica scorsa a Santa Croce sull’Arno, ha fatto precipitare i patavini nella seconda metà della graduatoria, ridimensionando gli entusiasmi delle prime giornate.

Sia mister Fonti che il presidente Lotta, in settimana hanno ribadito la propria fiducia nella rosa sanpaolina, ricordando ancora una volta che il primo obiettivo del sodalizio cittadino resta la salvezza. La Pavullese sembra comunque un avversario alla portata di Arcaba e compagni: i modenesi occupano infatti il penultimo posto con soli 4 punti, frutto di altrettanti pareggi, tre dei quali ottenuti però in trasferta.

A complicare la strada verso la risalita del sodalizio cittadino ci sono gli infortuni, che hanno colpito in particolare l’attacco: la frattura dell’ulna costringerà infatti Nicoletti ad almeno un mese di stop, mentre guai muscolari impediranno di scendere in campo al bomber Lucchini, a Lestani e a Bonato. Al loro posto, Fonti ha convocato gli under Pollacchini, Zanetti, Cortella e Galderisi, con Bisso che dovrà quindi addossarsi gran parte del lavoro nel reparto avanzato.

Le altre partite di giornata: Bagnolese-Villafranca, Camaiore-Forlì, Cerea-Ravenna, Forcoli-Santa Croce, Mezzolara-Castelfranco, Rosignano-San Miniato, Sestese-Pistoiese, Virtus Vecomp-Campi Bisenzio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy