Este regina dei ghiacci, San Paolo sfortunato

Este regina dei ghiacci, San Paolo sfortunato

Importante successo giallorosso sulla Sanvitese nonostante il gran freddo. Gialloblù fermati dalle traverse a Porto Tolle, con grave infortunio per Gomiero.

Commenta per primo!

ESTE-SANVITESE 2-0

ESTE: Trivellato, Raffaelli, Gusella, Zompa, Meneghello, Tessari, Turetta (5′ st Zecchinato), Rubbo, Berno (5′ st Colletta), Iarusso (38’st Di Fusco), Brotto. Allenatore: Zattarin.

SANVITESE: Peresson, Sotgia, Zuliani (30′ st Bassetto), Giacomini, Deana, Iovine (1′ st Salgher), Amadio, Sittaro (25′ st Spaccaterra), Ahmetaj, Atomei, Zambon. Allenatore: Muzzin.

ARBITRO: Patrignani di Roma.

RETI: 18’ st rig. Brotto (E), 41’ st Colletta (E).

NOTE: ammoniti Turetta (E), Iovine, Ahmetaj (S). Giornata fredda, con neve mista a pioggia. Spettatori 100.

Su un campo ai limiti della praticabilità e nonostante le condizioni meteo inclementi, l’Este coglie un successo molto importante contro la Sanvitese, dimostrandosi ancora una volta squadra di carattere e, stavolta, anche concreta nello sfruttare le (poche) occasioni a disposizione.

Il pantano del “Nuovo Comunale”, sferzato da vento, pioggia e neve, costringe l’undici giallorosso a snaturare il proprio gioco, affidandosi a verticalizzazioni e lanci lunghi che colgono comunque spesso di sorpresa la retroguardia ospite, come già dopo pochi secondi, quando l’estremo difensore friulano viene preso in controtempo dal rimbalzo della sfera su una pozzanghera, con Iarrusso che non riesce però ad approfittarne. Passano pochi minuti e Atomei potrebbe concretizzare la regola del “gol sbagliato, gol subìto” ma Trivellato si supera sulla conclusione da un metro del numero 10 biancorosso.

Prima dell’intervallo si registrano due sole altre occasioni, una per parte: al 13’ capitan Turetta salva sulla linea il colpo di testa in mischia di un avversario, mentre 5’ dopo è la difesa friulana che riesce a sbrogliare in qualche modo sul tentativo ravvicinato di Brotto.

Proprio dell’ex Cittadella e Belluno è la firma sul gol del vantaggio, che arriva al 18’ della ripresa, su rigore concesso per atterramento di Zecchinato (all’esordio in maglia atestina) da parte di Deana. Dopo un’altra mezzora di nulla, il definitivo 2-0 lo sigla Colletta, che appoggia in rete un centro di Gusella quasi dalla linea di fondo.

SPOGLIATOI. Problemi fisici a fine gara per almeno sei atleti, a causa del gran freddo. A risentirne particolarmente Brotto e Iovine, con quest’ultimo costretto a chiedere il cambio nell’intervallo. Nessuno comunque è dovuto ricorrere a cure ospedaliere. Estremamente soddisfatto mister Zattarin, che sottolinea la prova dei suoi: «Abbiamo colto una grande vittoria, in quella che non può essere definita una gara qualunque, viste le condizioni in cui si è disputata. Sono tre punti molto importanti, considerando anche che abbiamo dovuto snaturare il nostro sistema di gioco per adattarci al campo».

Torna a casa con un punto importante il San Paolo ma col rammarico che il bottino avrebbe potuto essere ancora più sostanzioso se la fortuna fosse stata un po’ più benevola coi gialloblù. Ben tre, infatti, le traverse colte dai padovani a Porto Tolle, sempre con protagonista un redivivo Mazzeo, cui fa da contraltare il palo del rodigino Stocco.

Da segnalare, purtroppo, anche l’ennesimo infortunio che colpisce la rosa san paolina: sul finire del primo tempo, in uno scontro di gioco ha la peggio Gomiero che deve uscire in barella. Trasportato all’ospedale di Porto Viro e trasferito poi in serata nel nosocomio padovano, al giovane difensore viene diagnosticato un trauma cranico facciale con frattura seno frontale che lo costringe al ricovero.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy