Este si aggrappa alla matematica, San Paolo vuol rimettersi in… Sesto

Este si aggrappa alla matematica, San Paolo vuol rimettersi in… Sesto

Nel terzultimo turno in programma domani, le padovane saranno di scena in Toscana con la vittoria come unico obiettivo.

La matematica dà ancora qualche speranza, la realtà dei fatti molte meno. È con questa consapevolezza che domani l’Este affronterà la terzultima giornata di regular season, rendendo visita – in un turno infrasettimanale originariamente non previsto – al Camaiore (arbitro Bergonzini di Civitavecchia), formazione non ancora aritmeticamente in salvo.

Già minati dai due punti di penalizzazione comminati in settimana dalla Disciplinare per il “caso Aliberti”, sabato i giallorossi hanno compiuto con le proprie mani un vero e proprio harakiri sportivo, sprecando l’inverosimile nello scontro diretto col Mezzolara e finendo per cedere col minimo scarto ai bolognesi, abili nello sfruttare l’unico tiro in porta avuto a disposizione nell’arco dei 90’, allungando così un’incredibile striscia positiva che li ha portati ad appaiare al secondo posto in classifica proprio gli atestini.

Del ko di Moresco e compagni ha prontamente approfittato il Forlì, che espugnando Campi Bisenzio si è portato a +5. Difficile pensare che i biancorossi romagnoli – seppur impegnati con Ravenna e Scandicci, entrambe in lotta per evitare i playout – incappino in qualche passo falso di qui al 6 maggio, quando l’ultima giornata li vedrà opposti proprio all’Este, ma per la truppa di Zattarin provarci è quantomeno d’obbligo, almeno per onorare un campionato che l’ha vista primeggiare per lunghi tratti e che rischia di tramutarsi nell’ennesima occasione persa degli ultimi anni. E tutto, per giunta, a causa di propri errori, sia in campo che fuori.

Non ha ancora raggiunto il proprio obiettivo più per demeriti proprio che per meriti altrui anche il San Paolo, impegnato domani a Sesto Fiorentino (arbitro Oggioni di Monza). L’inopinato 2-2 subito su rigore al 90’ domenica, ha impedito ai ragazzi di Fonti di approfittare dell’altro pari colto dalla Vecomp nell’anticipo di sabato proprio contro la Sestese e le due formazioni sono così rimaste appaiate all’ultimo posto che vale i playoff, sebbene gli scontri diretti sorridano ai patavini.

La trasferta in terra fiorentina, complicata dalle assenze per squalifica di Masiero e Zanon (rispettivamente 4 e un turno di stop) e dalla grinta con cui i padroni di casa, finora fanalino di coda del torneo, stanno cercando di evitare la retrocessione diretta, riveste quindi un’importanza doppia per i gialloblù che affronteranno domenica prossima una Bagnolese salva e tranquilla ma anche un Mezzolara che potrebbe essere in corsa addirittura per il salto di categoria, all’ultima.

Al ritrovato trio offensivo delle meraviglie Lucchini-Volpato-Mazzeo, il compito quindi di portare a casa 3 punti che potrebbero decretare il raggiungimento dell’obiettivo posto ad inizio stagione dalla dirigenza di via Canestrini.

Queste le altre partite della terzultima giornata: Bagnolese-Vecomp, Forcoli-San Miniato, Forlì-Ravenna, Mezzolara-Cerea, Pistoiese-Santa Croce, Rosignano-Scandicci, Castelfranco-Lanciotto, Villafranca-Pavullese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy