FINALE Este-Atletico San Paolo 2-0 (28′ pt Fyda, 25′ st Turea). Non cambia nulla né in testa né in coda

FINALE Este-Atletico San Paolo 2-0 (28′ pt Fyda, 25′ st Turea). Non cambia nulla né in testa né in coda

ESTE-ATLETICO SAN PAOLO 2-0

ESTE: Lorello, Zoppelletto, Scotton, Lelj, Beghin, Meneghello, Tessari (32′ st Bagatini), Rubbo, Fyda (15′ st Turea), Rondon, Beghetto (24′ st Mario). A disp: Veronese, Favaro, Diallo, Coraini, Rampin, Bernardelle. Allenatore: Zattarin.

ATLETICO SAN PAOLO: Savi, Zanetti, Bianchi, Caco, Boscaro, Villatora, Masiero (1′ st Sambugaro F.), Benucci, Mascolo, Longhi (1′ st Lombardo), Marcolin (37′ st Zurlo). A disp: Mazzucato, Pucino, Veronese, Sambugaro N., Cardo, Esposito. Allenatore: Antonelli.

ARBITRO: Bendandi di Ravenna (Passarella, Reggiani).

MARCATORI: 28′ pt Fyda (E), 25′ st Turea (E).

NOTE: espulso al 30′ st Scotton (E) per gioco violento. Ammoniti Caco (A), Rubbo, Beghin (E). Giornata primaverile, spettatori 500.

Buongiorno e benvenuti al derby testacoda della quintultima giornata tra un Este che ha riaperto i giochi per il secondo posto e un San Paolo che invece dovrà fare più punti possibili da qui al termine del torneo, per evitare la retrocessione diretta e giocarsi le residue speranze di salvezza nei playout.

PRIMO TEMPO

1′ Partiti, calcio d’inizio dei padroni di casa, in classica tenuta giallorossa

7′ Preme di più l’Este in questi minuti iniziali, ma senza creare per il momento grosse opportunità

15′ Rapidi capovolgimenti di fronte da ambo le parti ma difese che finora fanno buona guardia

18′ Perfetta diagonale difensiva di Villatora, che impedisce al cross di Beghetto di arrivare sui piedi di Rondon, appostato sul secondo palo in beata solitudine

28′ GOL DELL’ESTE Su corner da sinistra di Rondon, il giovane Fyda salta più in alto di tutti e incorna sotto l’incrocio del secondo palo

31′ Conclusione dal limite al volo di Beghetto, Savi para senza problemi

32′ Slalom in area di uno scatenato Rubbo e diagonale che termina di poco a lato

40′ Bell’episodio di sportività: in occasione di un infortunio occorso al capitano ospite Caco, a soccorrere il numero 4 patavino entra in campo il medico sociale dell’Este, essendo il San Paolo evidentemente sprovvisto di uno staff medico adeguato

44′ Punizione insidiosa di Rondon dal limite, Savi vola per deviare sopra alla barriera

45′ Sul corner conseguente, staffilata di Beghetto da 20 metri, con Tessari che in spaccata non arriva alla deviazione vincente per una questione di centimetri.

47′ Finisce il primo tempo col vantaggio di misura dei padroni di casa

SECONDO TEMPO

1′ Ripartiti. Doppio cambio nel San Paolo, con Sambugaro e Lombardo che prendono il posto di Masiero e Longhi.

3′ Rasoterra a girare dal limite di Beghetto che fa la barba al secondo palo

7′ Punizione di Rondon dal limite, alta di poco

15′ Primo cambio anche per l’Este, dentro Turea al posto dell’autore del gol Fyda

20′ Conclusione al volo di un dinamico Lombardo dal limite, che sibila a lato

21′ Il San Paolo reclama un rigore per un presunto fallo di mano di Tessari ma l’arbitro lascia correre

25′ RADDOPPIO DELL’ESTE Boscaro in fase di rilancio si fa soffiare la palla da Turea, ex di turno, che entra in area e trafigge rasoterra Savi per il raddoppio

29′ Rondon da 20 metri, ben servito da Lelj, conclude in maniera sbilenca a lato

30′ Rosso diretto per Scotton, reo di un intervento da dietro su Lombardo che si era involato in fascia. Este in 10 uomini

42′ La gara si trascina verso la conclusione con l’Este che pur in inferiorità numerica non smette di pressare un San Paolo che pare essersi ormai rassegnato all’esito finale avverso

46′ Sambugaro da 35 metri prova a sorprendere Lorello ma il numero 1 atestino con un colpo di reni riesce a deviare in angolo

47′ Sugli sviluppi del corner, tiro a girare di Lombardo e nuovo intervento decisivo di Lorello che salva il doppio vantaggio

50′ Finisce il derby col legittimo successo dei padroni di casa. Onore comunque al San Paolo che pur nelle note difficoltà societarie ha provato fino all’ultimo a rimettere in piedi questa gara.

SPOGLIATOI. Non può recriminare nulla ai suoi ragazzi mister Zattarin, che infatti elogia “L’ottima interpretazione di una gara che siamo stati bravi a sbloccare e poi a gestire, anche se abbiamo avuto più occasioni per chiuderla. A parte l’ingenutià di Scotton, che ci costringerà ad affrontare la trasferta di Castelfranco senza due difensori titolari (anche Beghin era in diffida, nda), ritengo che i ragazzi abbiano offerto una buona prova di maturità, dimostrando anche di essere in forma e di credere nell’obiettivo secondo posto”. 

Quasi solo elogi anche sul fronte opposto, dove mister Antonelli si dice “Contento per la partita, che ci ha visti crescere nella seconda frazione. I gol sono venuti da due episodi – ricorda il tecnico sanpaolino – e visto che occasioni ne abbiamo create anche noi e che ci manca un rigore, penso che una rete ce la saremmo meritata. Ai ragazzi, che continuo ad elogiare per lo spirito di sacrificio che dimostrano tutti i giorni nonostante la difficilissima situazione societaria che viviamo, negli spogliatoi ho detto che se continueranno a giocare come oggi, sono molto fiducioso in vista delle ultime quattro partite”. 

ALTRI RISULTATI. Non riesce alla Thermal Abano l’impresa impossibile di rovinare la festa promozione al Rimini, da questa sera matematicamente tornato in Lega Pro dopo un solo anno di purgatorio. Le reti di Ricchiuti dopo 10′ e Torelli a tempo scaduto, danno il là alla festa romagnola, con la Thermal che invece resta penultima assieme al San Paolo.

Ennesima occasione sfruttata a metà, invece, per l’Abano, che in “esilio” a Legnago non va oltre lo 0-0 col Mezzolara. In virtù delle sconfitte delle dirette concorrenti Fortis Juventus e Bellaria, gli aponensi restano comunque agganciati al sesto posto, che vale la partecipazione ai playoff.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy