FINALE Este-Formigine 2-2, emiliani ancora bestia nera. All’Abano il derby aponense

FINALE Este-Formigine 2-2, emiliani ancora bestia nera. All’Abano il derby aponense

Commenta per primo!

ESTE-FORMIGINE 2-2

ESTE: Lorello, Favaro, Scotton (38′ st Diallo), Tessari, Tulhao, Beghin, Turea (29′ st Fyda), Rubbo, Bonazzoli, Rondon (32′ st Coraini), Beghetto. A disp: Corsato, Meneghello, Zoppelletto, Mario, Piva, Bernardelle. Allenatore: Zattarin.

FORMIGINE: Oppici, Casini, Budriesi, Di Giuseppe (20′ st Artiaco), Bevoni, Alessandrini, Hoxha (12′ st Pasaro 42′ st Essel), Amato, De Vecchis, Perelli, Pugliesi. A disp: Toni, Fabbri, Pattuzzi, Caselli, Picariello, Odoro. Allenatore: Belletti.

ARBITRO: Cazzaniga di Lecco (Rubitosi, Lena).

MARCATORI: 7′ pt Amato (F), 25′ e 29′ pt Rubbo (E), 35′ st De Vecchis (F).

NOTE: Ammoniti: Favaro, Scotton, Tessari, Coraini (E), Casini, Perelli, Bevoni, Budriesi (F). Spettatori 300 circa.

Buongiorno e benvenuti alla sesta giornata giornata del girone D. Testacoda tra l’Este, secondo, e il Formigine terzultimo ma attenzione perché all’andata i giallorossi proprio in Emilia raccolsero la prima, inaspettata, sconfitta del loro torneo.

PRIMO TEMPO

1′ Partiti, Este col classico 4-3-2-1, gli ospiti rispondono col 4-4-2.

7′ GOL DEL FORMIGINE: Amato dai 25 metri scaglia una botta improvvisa che batte sotto la traversa e si insacca alle spalle di un Lorello un po’ troppo fuori dai pali.

13′ OCCASIONE ESTE: cross basso di Bonazzoli da sinistra, Rondon arriva in corsa ma non riesce ad inquadrare lo specchio a due metri dalla porta.

18′ Su corner da sinistra, Budriesi in tuffo appostato sul secondo palo non riesce a schiacciare in rete, angolando troppo

22′ Punizione di Rondon da 20 metri, alta di pochissimo oltre la traversa

25′ GOL DELL’ESTE Contropiede giallorosso orchestrato da Rondon, sul cui cross da sinistra impatta ottimamente Rubbo, che trafigge il portiere per il pareggio dell’Este.

29′ GOL DELL’ESTE Raddoppio dei padroni di casa ancora con capitan Rubbo, che risolve di forza una mischia a centro area, creatasi in seguito ad un corner da destra.

Giungono intanto notizie del rinvio per impraticabilità del campo sia a Fidenza, dove doveva giocare la capolista Rimini, che a Fiorenzuola, dove invece avrebbe giocato la Correggese, avversario dell’Este nell’altro recupero, in programma mercoledì.

 43′ La gara è calata d’intensità, anche a causa del campo pesante che rallenta le operazioni delle squadre

45′ OCCASIONE ESTE: Rondon direttamente da corner va vicinissimo al terzo gol, col portiere che riesce a smanacciare la traiettoria destinata a infilarsi all’incrocio. Sugli sviluppi dell’azione, Turea viene platealmente atterrato da tergo in area ma l’arbitro non concede il rigore e anzi fischia la fine del primo tempo.

Termina la prima frazione col vantaggio dei padroni di casa, che riescono a ribaltare l’iniziale vantaggio dei modenesi. Complice il rinvio delle gare delle dirette antagoniste Rimini e Correggese, se i giallorossi riuscissero a portare in porto questa gara, potrebbero riaprire almeno dal punto di vista psicologico il campionato.

SECONDO TEMPO

1′ Ripartiti con gli stessi 11 del primo tempo

7′ Discesa travolgente di Beghetto sulla sinistra, con conclusione dallo spigolo dell’area che sbatte sul palo esterno ed esce.

19′ Fase di stanca della partita, molto combattimento a centrocampo ma poche iniziative offensive da ambo le parti.

30′ Bonazzoli riceve palla al limite dell’area piccola ma anziché tirare di prima preferisce stoppare e concludere, favorendo così la respinta di piede del portiere.

35′ GOL DEL FORMIGINE Punizione dal lato corto di Perelli, con tocco decisivo sotto porta di De Vecchis e successivo rimpallo su Bonazzoli che rende vano il tuffo di Lorello.

50′ Finisce la partita senza che l’Este riesca a costruire una vera palla gol per tornare in vantaggio.

Il Formigine si conferma bestia nera dell’Este ed impone il pari ai giallorossi, apparsi quasi rinunciatari soprattutto nella seconda frazione, L’undici di Zattarin butta alle ortiche una grandissima occasione per riavvicinare la vetta, anche se il recupero di mercoledì a Correggio potrebbe ancora tenere viva la fiammella di speranza. 

SPOGLIATOI. Non sembra più di tanto rammaricato mister Zattarin, che chiama in causa il lungo stop da cui venivano – tra soste e rinvii – i giallorossi: “Venivamo da 21 giorni di inattività e si è visto, infatti siamo partiti male salvo poi riprenderci e far bene fino al termine del primo tempo. Nella seconda frazione dovevamo chiuderla, invece non abbiamo avuto la giusta lucidità e concentrazione in certi frangenti e alla fine abbiamo subito il pari in seguito ad un episodio. La classifica preferisco non guardarla, il nostro obiettivo è di affrontare ogni partita con l’intento di migliorarci sempre”, chiude il tecnico.

ALTRE PADOVANE. Va all’Abano il derby delle terme contro la Thermal, forse l’ultimo se si concretizzeranno le voci di riunione tra le due compagini, il prossimo anno. Un gol per tempo (Ballarin al 21′, Giusti all’82’) pone fine alla serie di sconfitte dei neroverdi, ora settimi e spedisce al contempo all’inferno i rossoverdi, inchiodati al penultimo posto. Due lunghezze sopra al Thermal c’è l’Atletico San Paolo, che dopo alcuni risultati positivi torna pesantemente coi piedi per terra, cedendo 0-4 in casa al redivivo Piacenza (doppietta di Lisi, Montanari e Girometta per gli emiliani).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy