FINALE Este-Ribelle 4-1 e mercoledì c’è il Rimini. Poker anche per il Piacenza ad Abano

FINALE Este-Ribelle 4-1 e mercoledì c’è il Rimini. Poker anche per il Piacenza ad Abano

Commenta per primo!

ESTE-RIBELLE 4-1

ESTE: Lorello, Favaro, Scotton, Tessari, Tulhao, Beghin, Turea (28′ st Fyda), Rubbo, Coraini (20′ st Zoppelletto), Rondon (41′ st Bernardelle), Beghetto. A disp: Corsato, Lelj, Mario, Rampin, Diallo, Piva. Allenatore: Zattarin.

RIBELLE: Di Leo, Cesarini (33′ st Moretti), Myslihaka (35′ pt Cartura), Prati, Bamonte (14′ st Forti), Vesi, Aloe, Loiodice, Fabbri, Nocciolini, Liberti. A disp: Di Guida, Monti, Gaiani, Sandri, Spadaro, Burnelli. Allenatore: Campedelli.

ARBITRO: Catastini di Pisa (Savalla, Schiavon).

MARCATORI: 21′ pt rig. Beghetto(E), 39′ pt Rubbo (E), 46′ pt Fabbri (R), 40′ st Rondon (E), 45′ st rig. Beghetto (E).

NOTE: Ammoniti Bamonte, Di Leo, Aloe, Cartura, Loiodice, Forti (R), Lorello, Favaro (E). Spettatori 500 circa.

Buongiorno e benvenuti all’incontro della seconda di ritorno tra l’Este, terzo e all’inseguimento della capolista Rimini (prossimo avversario nel turno infrasettimanale di mercoledì) e i ravennati della Ribelle, terzultimi ma rilanciati nella corsa salvezza dal successo nello scontro diretto col Fidenza di sette giorni fa.

PRIMO TEMPO

1′ Calcio d’inizio dei padroni di casa, oggi in tenuta bianca. Gli ospiti vestono invece una sgargiante divisa arancione.

6′ Lancio lungo per Coraini che non arriva all’appuntamento con la devizione per una questione di centimetri

12′ Conclusione dalla distanza di Loiodice, deviata in angolo dalla difesa

15′ Gara molto vivace, impostata sulla corsa da entrambe le contendenti. La Ribelle dimostra di non essere giunta nella Bassa Padovana per vestire il ruolo della vittima sacrificale.

21′ GOL DELL’ESTE Bamonte cintura Coraini in area e l’area decreta il penalty senza esitazioni. Sul dischetto va Beghetto che infila rasoterra nonostante Di Leo avesse intuito la traiettoria.

22′ Azione in velocità dei padroni di casa con traversone di Rondon dalla sinistra, sul quale Turea appostato sul secondo palo non riesce ad arrivare di testa per una questione di centimetri.

27′ Suggerimento in profondità di Rondon per Coraini, che dal cuore dell’area in girata alza troppo la conclusione

35′ Esce per infortunio il terzino ospite Myslihaka, al suo posto Cartura. Gioco fermo in questo momento.

37′ Diagonale pericoloso di Beghetto, Di Leo si rifugia in angolo di pugno

39′ GOL DELL’ESTE. Traversone dalla sinistra del solito Beghetto, sul quale arriva puntuale in spaccata capitan Rubbo che insacca da un metro. Proteste ravennati per un presunto fuorigioco ma l’arbitro convalida.

41′ OCCASIONE ESTE Staffilata da 25 metri di Favaro, sul quale Di Leo vola per deviare in angolo

46′ GOL DELLA RIBELLE. Aloe dal limite dell’aria scodella un traversone, sul quale Fabbri in torsione riesce ad angolare di testa sul secondo palo, là dove Lorello non riesce ad arrivare.

Finisce un primo tempo nel quale l’Este sembrava poter condurre senza grosse difficoltà, ma la consueta mezza distrazione difensiva atestina ha consentito ai ravennati di riaprire il match in extremis, rendendo ancora più interessante la seconda frazione.

SECONDO TEMPO

1′ Ripartiti. Nessun cambio nelle formazioni che hanno concluso i primi 45′.

9′ Cross spiovente da sinistra di Beghetto, la difesa ravennate si rifugia in angolo

11′ Ancora un cross da sinistra di Beghetto, sul primo palo Tulhao tenta l’anticipo di testa con la sfera che sorvola di poco il sette

20′ Beghetto tenta il gol della domenica da quasi 40 metri, palla ampiamente a lato

25′ Beghetto arriva fino alla linea di fondo e mette al centro per l’accorrente Rubbo, la cui puntata viene salvata sulla linea da un difensore

31′ Su corner di Rondon, Rubbo tenta la girata all’altezza del dischetto ma il tiro termina di poco oltre la traversa

32′ OCCASIONE ESTE Beghetto sulla linea di fondo salta il marcatore con un palleggio e tenta la conclusione a girare, con la sfera che si perde di poco oltre il secondo palo

40′ GOL DELL’ESTE In contropiede è Rondon, col quindicesimo centro stagionale a chiudere probabilmente la contesa, grazie ad un destro fulminante che si insacca sotto la traversa

41′ Standing ovation per Rondon, sostituito da Bernardelle

45′ GOL DELL’ESTE Bernardelle in contropiede viene atterrato in area da Forti. L’arbitro decreta senza esitazioni il rigore, che trasforma ancora una volta lo specialista Beghetto, imitando la conclusione vincente della prima frazione

49′ Finisce col terzo poker giallorosso di fila la partita

L’Este conferma la regola del 4 e dopo Piacenza e Montemurlo, regola anche la Ribelle con quattro gol, come già successo all’andata. I giallorossi si presentano quindi nelle migliori condizioni psicologiche allo scontro diretto con la capolista Rimini, in programma mercoledì. Restano invece inchiodati nelle retrovie gli ospiti ravennati.

SPOGLIATOI. Accoglie positivamente la vittoria ma non manca di sottolineare la ormai consueta distrazione difensiva che poteva costare cara ai giallorossi, il tecnico di casa Zattarin: “Stavamo rovinando uno dei migliori primi tempi dell’ultimo periodo col gol preso in extremis a fine primo tempo – analizza il mister di Tencarola – Nel secondo abbiamo gestito bene la gara, senza rischiare nulla e alla fine siamo stati bravi a chiuderla. E’ stata una settimana strana, perché tra infortuni e impegni con la Rappresentativa ci siamo allenati sempre in pochi, quindi bisogna solo fare i complimenti a questo gruppo per le cose incredibili che sta facendo, per la capacità che ha di uscire anche dai momenti di maggiore difficoltà”. 

Rammaricato invece, sia coi suoi giocatori che nei confronti di alcune decisioni arbitrali, il tecnico ospite Campedelli: “Abbiamo disputato un’ottima partita, a parte gli ultimi cinque minuti che mi hanno fatto molto arrabbiare, in quanto non si possono perdere due palloni in quel modo – afferma l’ex cesenate – Con due leggerezze abbiamo ulteriormente complicato una partita già compromessa dal primo rigore, per il quale l’unico aggettivo è incomprensibile. Dobbiamo quindi recitare un grande mea culpa, perché eravamo riusciti a rimettere in sesto la contesa e stavamo pressando insistemente l’Este, alla ricerca del pari”. 

ALTRE PARTITE. Continua la sua cavalcata la capolista Rimini, che espugna Imola con un netto 0-4, mentre frena la Correggese – che rimane seconda – fermata sull’1-1 casalingo dal Fomigine. Nel match che metteva in palio l’ultimo posto playoff, cade rovinosamente in casa l’Abano, travolto 4-0 dal Piacenza. Emiliani in vantaggio al 10′ con Girometta, il raddoppio è invece frutto di un autogol su rimpallo difensivo sugli sviluppi di un tiro di Volpe. Del giovano Corso e di Bertazzoli le altre due reti piacentine. Risalgono invece a ieri il pareggio 0-0 della Thermal a Scandicci e la vittoria di misura ed in extremis del San Paolo in casa del Mezzolara.

Mercoledì è in programma il penultimo turno infrasettimanale del girone D con questo programma: Thermal Abano-Fidenza, Rimini-Este, Jolly Montemurlo-Abano, Fortis Juventus-San Paolo.  

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy