Finisce in parità  un derby ben giocato

Finisce in parità  un derby ben giocato

All’iniziale vantaggio del San Paolo con Volpato, risponde l’Este con Carani. Immutata la classifica.

Commenta per primo!

ESTE – SAN PAOLO 1-1

ESTE (4-3-1-2): Rosellini; South, Colman, Salvato, Barison (1´ st Trovò); Carraro (37´ st Marchetti), Rubbo, Gusella; Rondon; Carani, Moresco. A disposizione: Rossetto, Meneghello, Michelotto, Iachemet, Agostini. Allenatore: Gianluca Zattarin.

SAN PAOLO (4-4-2): Rosiglioni; Marco Masiero, Formentin, Arcaba, Zanon (19´ st Pegoraro; Rigoni, Rossi (41´ st Busetto), Bizzaro (6´ st Artuso), Pastrello; Nicolò Masiero, Volpato. A disposizione: Sinigaglia, Bovo, Bottaro, Nalesso. Allenatore: Gianfranco Fonti.

ARBITRO: Mainardi di Bergamo.

MARCATORI: 5’ pt Volpato (S), 16’ pt Carani (E).

NOTE: ammoniti Rubbo E), Rigoni (S).

Finisce in parità 1-1, un derby padovano che ha rispettato le attese della vigilia quanto ad intensità e bel gioco.

Subito in vantaggio gli ospiti al 5’, con bomber Volpato che è abile a finalizzare in diagonale un lancio lungo in profondità. I padroni di casa premono alla ricerca dell’immediato pareggio, che arriva 10’ dopo: il cross è di Gusella, la testata di Moresco che manda la palla sul palo e il diagonale vincente del giovane Carani, il quale si conferma acquisto azzeccato. L’ex attaccante della Primavera biancoscudata si ripeterebbe anche al 20’, ribattendo in rete una respinta di Rosiglioni su Rubbo ma l’arbitro annulla per fallo sul portiere. Le occasioni si susseguono da ambo le parti, con Rondon che servito in entrambe le occasioni da Carraro, non riesce a centrare la porta e Pastrello e Rigoni sull’altro fronte ad impensierire un pur vigile Rosellini.

Ancora l’Este sembra fare di più la partita nella ripresa, ma i tentativi di Rubbo, Moresco e South non trovano esito positivo, al pari di quelli operati da Rigoni e Masiero per quanto riguarda i gialloblù.

Il pareggio, sostanzialmente giusto, lascia il San Paolo in zona playoff, a tallonare le immediatamente precedenti Rovigo e Tamai. Conserva un buon +7 sui playout anche l’Este, che pure sperava di cogliere l’intera posta in palio, per poter coltivare ancora ambizioni d’alta classifica.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy