Girone D: derby testacoda Este-San Paolo, la Thermal prova a rovinare la festa del Rimini

Girone D: derby testacoda Este-San Paolo, la Thermal prova a rovinare la festa del Rimini

Archiviata anche l’ultima pausa pasquale, il torneo di serie D lancia da domani il suo sprint finale, con la quintultima giornata che vede in programma – per quanto riguarda le squadre padovane – un derby testacoda Este-San Paolo, importantissimo sia per la zona playoff che per i playout e due impegni altrettanto cruciali per le aponensi.

ESTE-ATLETICO SAN PAOLO. Quarti i padroni di  casa, che sbancando Bellaria hanno riaperto i giochi per il secondo posto, penultimi i san paolini che non perdono da tre giornate (e già questo è un record) e sono appaiati alla Thermal in una posizione che porta alla retrocessione diretta. I trentuno punti di differenza in classifica potrebbero indurre a ipotizzare un match dal risultato scontato, invece bisogna ricordare il meritato 3-2 dell’andata a favore dei patavini, corsari a sorpresa in terra atestina anche lo scorso anno, sempre di questi tempi.

Impossibile non sottolineare la diversa caratura tecnica delle due contendenti e le notevoli differenze a livello societario ma a questo punto del campionato, spesso la differenza la fanno le motivazioni e da questo punto di vista, i ragazzi di Antonelli hanno dimostrato di averne forse di più dei cugini della Bassa. All’undici di Zattarin il compito di concretizzare sul campo lo squilibrio di valori sulla carta. Arbitrerà Bendandi di Ravenna.

ABANO-MEZZOLARA. Secondo impegno consecutivo in “casa” per i neroverdi, costretti stavolta a traslocare in quel di Legnago per difendere il prezioso sesto posto in graduatoria, contro un Mezzolara affamato di punti salvezza.

I bolognesi, reduci dal ko interno col Fiorenzuola, hanno infatti tre sole lunghezze di margine sulla zona playout e cercheranno punti fondamentali per assicurarsi quanto prima la permanenza in categoria.

Gli aponensi, privi dello squalificato Maistrello, vogliono a loro volta tornare a fare bottino pieno per tenere a distanza le dirette inseguitrici Bellaria e Fortis Juventus, staccando così un biglietto per la post season che rappresenterebbe il coronamento di un’annata già molto positiva per una neopromossa. Direzione di gara affidata a D’Angelo di Ascoli Piceno.

RIMINI-THERMAL ABANO. La missione appare veramente di quelle impossibili: rovinare la festa alla corazzata del girone, che con una vittoria celebrerebbe con largo anticipo l’immediato e meritato ritorno in Lega Pro. Per giunta, dovendo rinunciare a due degli elementi più importanti, ovvero Vitagliano e Franciosi, fermati per un turno dal giudice sportivo.

Le imprese più grandi sono quelle che si realizzano quando meno ce lo si aspetterebbe e quindi una Thermal senza veramente nulla da perdere dovrà almeno provarci, a dar fastidio alla capolista romagnola. Anche perché, di qui alla fine del torneo, il calendario non è benevolo per i rossoverdi, impegnati a vincere un derby a distanza col San Paolo per evitare la retrocessione diretta e giocarsi le residue speranze di sopravvivenza tramite i playout.

Al “Neri” fischierà Valentina Finzi di Foligno.

Queste le altre gare della trentaquattresima giornata: Correggese-Ribelle (oggi), Delta Porto Tolle-Bellaria, Fidenza-Virtus Castelfranco, Fiorenzuola-Fortis Juventus, Formigine-Jolly Montemurlo, Imolese-Romagna Centro, Scandicci-Piacenza (ore 15.30).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy