Girone D: è tutta una sfida tra Padova e l’Emilia

Girone D: è tutta una sfida tra Padova e l’Emilia

di Redazione PadovaSport.TV

Sarà tutto incentrato sullo scontro padovano-emiliano, l’ottavo turno del girone D, in scena domani alle 15.

Tutte le nostre squadre saranno infatti impegnate – tre in trasferta e una in casa – contro avversarie provenienti dall’Emilia Romagna. Ecco le sfide nel dettaglio.

THERMAL ABANO-MEZZOLARA. L’unica a giocare tra le mura amiche sarà anche quella che ha maggior necessità di una vittoria. Quattro sconfitte consecutive hanno infatti fatto precipitare i rossoverdi al terzultimo posto in classifica e tornare a far punti è quasi un obbligo per l’undici di mister Bisioli, finora penalizzato dalle carenze d’organico.

Il compito non sarà semplice ma non appare nemmeno impossibile: pur occupando una tranquilla posizione di metà classifica con 11 punti, il Mezzolara finora in trasferta ha raccolto solo un pari, sempre in terra padovana tra l’altro, col San Paolo. I biancoazzurri bolognesi possono però contare su un valido reparto offensivo, nel quale spiccano l’ex doriano Bazzani e l’ex Este Iarrusso, che saranno i sorvegliati speciali della difesa aponense. Arbitrerà D’Angelo di Ascoli.

RIBELLE-ATLETICO SAN PAOLO. Ringalluzzito dal primo successo interno stagionale, il San Paolo Padova dovrà ora andare a caccia di punti anche in trasferta, da dove finora è sempre uscito a capo chino. Con un morale sicuramente sollevato dopo la vittoria col Jolly Montemurlo, il team di Damiano Longhi si affiderà ancora alla ritrovata vena realizzativa di Davide Matteini, per tentare il colpaccio nella tana di una delle meteore di questo torneo.

Da neopromossi, i ravennati della Ribelle hanno infatti finora alternato perentorie sconfitte e rotonde vittorie, riuscendo comunque ad emergere dalla zona pericolosa della graduatoria. La sconfitta di domenica in casa della quotata Fortis Juventus, ha interrotto la serie positiva iniziata con l’avvento sulla panchina biancoazzurra dell’ex giocatore ed allenatore del Cesena Nicola Campedelli, subentrato all’esonerato Zaccaroni, ma non ha fiaccato le velleità dei romagnoli, che vogliono guadagnarsi il titolo di sorpresa del girone.

Fossimo scommettitori, punteremmo senza esitazioni su un “over”, quanto a gol segnati. La gara sarà diretta da Dibenedetto di Barletta.

FORMIGINE-ABANO. Tre successi nelle ultime quattro gare hanno proiettato gli aponensi in zona playoff e si sa che l’appetito vien mangiando.

Il Formigine pare la vittima ideale da sacrificare sull’altare dell’alta classifica, relegato com’è nei bassifondi, ma i neroverdi dovranno affrontare il viaggio nel modenese coi piedi ben piantati per terra e con grande attenzione: proprio al “Pincelli” ha visto interrompersi la sua striscia vincente anche la capolista Este e i termali – pur orgogliosi per le qualità messe in mostra finora – faranno bene a ricordarsi di essere una new entry della categoria, con tutto ciò che ne consegue in termini di necessaria umiltà.

La formazione di De Mozzi possiede comunque tutte le caratteristiche per ripetere l’exploit riuscito lo scorso anno, sempre da neopromossi, ai cugini della Thermal. Arbitrerà Trischitta di Messina.

IMOLESE-ESTE. Cinismo, concentrazione e determinazione dovranno essere le parole chiave dei giallorossi nell’affrontare la trasferta bolognese. Lo scontro diretto in programma tra le inseguitrici Porto Tolle e Piacenza è un’occasione da non lasciarsi sfuggire per aumentare il margine di vantaggio e mantenere la vetta solitaria della graduatoria.

Per farlo, sarà però necessario rassegnarsi alla prolungata assenza del bomber Bonazzoli – cui il giudice sportivo ha confermato i dieci turni di stop che lo terranno lontano dai campi fino a dicembre inoltrato – e soprattutto non prendere sotto gamba l’appuntamento del “Galli”.

Pur avendo raccolto finora solo tre punti, che la relegano da sola all’ultimo posto, l’Imolese non è di certo la squadra materasso del raggruppamento e coltiva anzi legittime ambizioni di risalita, come conferma l’ingaggio avvenuto in settimana dell’attaccante Simone Tonelli, 25 presenze e 7 reti lo scorso anno con la maglia del Forlì in Seconda Divisione. Non serve ricordare, poi, come l’unica sconfitta rimediata finora dagli atestini sia quella di Formigine, guarda caso proprio contro un’avversaria ampiamente alla portata di Lelj e compagni, i quali hanno però pagato a caro prezzo l’approccio molle all’impegno. 

Particolarmente sotto esame sarà il reparto d’attacco, che pur privo forzatamente del suo interprete più atteso, ha finora reso al di sotto delle aspettative. Arbitro della contesa sarà Bruni di Fermo.

Queste le altre gare di giornata: Correggese-Fidenza, Delta Porto Tolle-Piacenza, Jolly Montemurlo-Virtus Castelfranco, Rimini-Bellaria, Romagna Centro-Fortis Juventus, Scandicci-Fiorenzuola.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy