Girone D: il derby di Abano vale triplo

Girone D: il derby di Abano vale triplo

Commenta per primo!

Tris di impegni casalinghi per le squadre padovane del girone D, nella sesta giornata di ritorno.

Si riparte dopo un turno condizionato dal maltempo, con la consapevolezza che da qui alla fine del torneo ogni punto perso o guadagnato potrebbe fare la differenza quando si tireranno le somme. E così il derby di Abano varrà triplo ma occhio anche ai testacoda che avranno come protagonisti Este e San Paolo. Entriamo nel dettaglio delle singole partite.

ABANO-THERMAL ABANO. Quattro sconfitte consecutive da una parte, tre ko ed un pari dall’altra. È con questo poco lusinghiero biglietto da visita che le due formazioni aponensi si presentano al derby. Il 2015 è iniziato male per entrambe, tanto che i neroverdi – dopo aver cullato il sogno di aggancio al quinto posto – si trovano ora costretti a guardarsi le spalle, coi playout che distano 5 sole lunghezze.

Ancora peggio han fatto i rossoverdi – alla cui inadeguatezza della rosa non riesce a porre rimedio nemmeno l’esperienza di un tecnico valido ed esperto quale Vittadello – precipitati al penultimo posto dopo il pesante 0-3 subito domenica scorsa dal Bellaria. Domani, alla Thermal mancherà anche lo squalificato Vitagliano ma arrivati a questo punto della stagione, trovare scusanti è inutile, perché conta solo vincere: come e con chi, poco importa.

E se già il derby raddoppia l’importanza di un risultato, il recente ruolino di marcia negativo di entrambe e la precaria classifica finiscono per triplicare l’importanza di conquistare i tre punti. Augurandoci, invece, che la paura di perdere o le voci sempre più insistenti di fusione (si tratterebbe in realtà di riunione, visto che la Thermal è nata da una scissione di dirigenti ex Abano) a fine stagione non finiscano per azzerare l’agonismo di un match che all’andata premiò l’undici di De Mozzi al termine di 90 minuti spettacolari e combattuti. Arbitrerà Graziella Pirriatore di Bologna.

ESTE-FORMIGINE. Era il 12 ottobre quando un Este lanciatissimo in vetta alla classifica vedeva bruscamente interrotta la sua corsa da una sconfitta di misura in casa del fanalino di coda, che all’attivo aveva fino a quel momento solo due punti. Sono passati quattro mesi, i giallorossi frequentano ancora i quartieri alti della graduatoria e sono secondi alle spalle dell’inarrivabile (?) Rimini, mentre i modenesi sono invischiati in zona playout, a un passo dalla retrocessione diretta e a due dalla salvezza.

Entrambe fermate dalla neve domenica scorsa, pur con obiettivi diversi puntano forte sulla vittoria nel match di domani. Ai padroni di casa il successo serve per rimanere in scia alla capolista e presentarsi con fiducia mercoledì a Correggio, nel recupero che metterà in palio il ruolo di inseguitrice ufficiale dei riminesi. Il Formigine, uscito molto rinnovato dal mercato invernale, vorrebbe invece replicare lo scherzetto dell’andata per conquistare il primo successo esterno stagionale e rilanciarsi nella corsa salvezza.

Un appuntamento, dunque, da non prendere sotto gamba per la truppa di Zattarin, che dovrà fare a meno di capitan Lelj, squalificato. Direzione di gara affidata a Cazzaniga di Lecco.

SAN PAOLO PADOVA-PIACENZA. Se il detto “non c’è 2 senza 3” è vero, il momento per dimostrarlo è questo. Assodata la difficilissima situazione societaria (qualcosa sembra si stia comunque muovendo su questo fronte e stavolta non di tratta di olandesi volanti…), dopo aver lasciato lo scomodo ultimo posto – che rimane comunque non molto distante – i gialloblù patavini proveranno a mettere il naso per la prima volta fuori dalla zona playout, cercando di infilare il terzo successo consecutivo a spese di un Piacenza che ha abdicato anzitempo nella corsa promozione ma difende comunque la quinta piazza, grazie soprattutto alle prestazioni in trasferta.

Privi di capitan Volpe, gli emiliani non verranno sicuramente a Padova per una comparsata ma i san paolini – senza lo squalificato Boscaro – proveranno a mettere sotto un’altra big per presentarsi nelle migliori condizioni ai due successivi scontri diretti contro Montemurlo e Ribelle, il cui esito potrebbe segnare in maniera decisiva le sorti future di Rebecca e compagni.

All’Euganeo fischierà Tedesco di Pisa.

Queste le altre gare del venticinquesimo turno: Scandicci-Imolese (oggi), Bellaria-Montemurlo, Fidenza-Rimini, Fiorenzuola-Correggese, Fortis Juventus-Delta Porto Tolle, Mezzolara-Ribelle, Virtus Castelfranco-Romagna Centro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy