Girone D nuovamente in campo con l’incognita maltempo

Girone D nuovamente in campo con l’incognita maltempo

Commenta per primo!

Già giocare la terza partita nell’arco di sette giorni non è facile. Se aggiungiamo anche il maltempo, che potrebbe inficiare le condizioni dei campi di gara, si capisce quante insidie può riservare la giornata del gruppo D in programma domani. Snodo importante del campionato, tra l’altro, visto che la metà del girone d’andata è stata superata e ci si avvia dunque verso lo sprint di fine anno. Vediamo nel dettaglio i match che coinvolgeranno le squadre padovane. 

ABANO-DELTA PORTO TOLLE. Aver risparmiato 90 minuti di fatiche infrasettimanali, a causa del rinvio per diluvio del match a Fiorenzuola (verrà recuperato mercoledì 19 alle 14.30, nda), potrebbe rivelarsi un evento più positivo del previsto per i neroverdi, che hanno comunque dovuto affrontare l’andata e ritorno a vuoto in Emilia.

Serviranno infatti tutte le forze a disposizione per opporsi ad una corazzata costruita per tornare immediatamente in Lega Pro e che nelle ultime tre partite – ovvero da quando ha cambiato allenatore – ha siglato la bellezze di 15 reti (subendone solo 2), vincendole ovviamente tutte. Senza contare che i polesani, terzi a due punti dalla vetta, possono contare su quel Cozzolino che con 14 centri finora è di gran lunga il capocannoniere del girone.

Numeri, questi, che dovranno certamente far alzare l’asticella dell’attenzione agli uomini di De Mozzi ma allo stesso tempo motivare gli aponensi nell’inseguire un successo che manca da un mese e che in caso di ulteriore latitanza potrebbe cominciare a far prendere una piega sgradita alla classifica. Arbitro dell’incontro sarà Massara di Reggio Calabria.

SAN PAOLO PADOVA-SCANDICCI. Secondo trasloco al “Plebiscito” per la squadra padovana più inguaiata del momento, che affronta uno Scandicci messo non molto meglio. Il clamoroso calo nel secondo tempo di domenica scorsa contro la Correggese e il nuovo stop di martedì nello scontro diretto di Formigine hanno certificato il riacutizzarsi della crisi per i gialloblù, desolatamente ultimi in classifica con un solo punto guadagnato nelle ultime quattro uscite.

Contro i toscani, che hanno 4 tacche in più dei patavini e vengono da 2 ko consecutivi, i san paolini saranno anche privi di guida tecnica, vista la squalifica sia di mister Longhi che del vice Tubaldo, mentre i fiorentini dovranno rinunciare al bomber Carnevale, principale terminale offensivo. Inutile evidenziare l’importanza della posta in palio, nonostante la classifica corta renda ancora possibili risalite anche imprevedibili. Arbitrerà Bonassoli di Bergamo.

JOLLY MONTEMURLO-THERMAL ABANO. A pari punti in classifica e protagoniste nell’ultimo turno. Da una parte ci sono i pratesi che dopo 4 sconfitte e 5 pareggi hanno infilato tre vittorie consecutive; bottino che vorrebbero ora incrementare. Di fronte, però, c’è una Thermal che mercoledì è riuscita a fermare la corazzata Piacenza, tornando a sfoderare la grinta che ne aveva fatto le fortune lo scorso anno e che invece in questa stagione si era vista solo a tratti.

Gli uomini di Bisioli sono ora chiamati a sfatare anche il tabù trasferta, dato che lontani da Monteortone finora i tre punti non sono mai arrivati. Le statistiche sembrano però profetizzare un risultato con pochi gol: fondamentale sarà perciò il cinismo in area avversaria. Direzione di gara affidata a Cusanno di Chivasso.

MEZZOLARA-ESTE. Avrebbe potuto essere il derby degli ex sampdoriani ma con Emliano Bonazzoli ancora squalificato, il palcoscenico sarà tutto per Fabio Bazzani, che degli emiliani è il capitano. A fargli compagnia in attacco, un recente ex giallorosso quale Manuel Iarrusso, desideroso di aumentare contro la sua ultima squadra, il bottino personale di reti segnate.

I bolognesi dovranno però fare i conti con le decisioni del giudice sportivo, che dopo il vittorioso derby di mercoledì a Imola ha fermato Signorini per due turni e Orlando per quattro. Mister Luppi vuol comunque confermare il momento positivo dei suoi (due le vittorie consecutive), per mantenere e migliorare l’attuale sesto posto, giusto alle spalle del gruppo di testa. Un quintetto, quello che capeggia la graduatoria nell’arco di soli cinque punti, guidato proprio dall’Este, “scopertosi” capolista nonostante l’assenza del suo bomber e che dagli ultimi quattro match ha incamerato 10 punti su 12 a disposizione. Proprio le trasferte in terra emiliane son state fin qui il tallone d’Achille dell’undici atestino, che non vuole replicare a Budrio le sconfitte patite a Imola e Formigine.

Tanto più che anche domani non mancheranno gli scontri diretti tra prime della classe e c’è quindi la concreta possibilità di rafforzare un primato sempre più meritato. Arbitrerà l’esperto Raciti di Acireale.

Queste le altre partite del tredicesimo turno: Bellaria-Fidenza, Fortis Juventus-Imolese, Piacenza-Correggese, Ribelle-Rimini, Romagna Centro-Formigine, Virtus Castelfranco-Fiorenzuola.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy