Girone D tra mercato, addii e sfide salvezza

Girone D tra mercato, addii e sfide salvezza

Commenta per primo!

Sarà ancora profondamente influenzata dal mercato, la terzultima giornata d’andata del girone D. Con la sessione invernale tuttora in  pieno svolgimento, gli assetti delle rose cambiano repentinamente e le novità sono all’ordine del giorno.

Molti i punti di interesse di questo turno, a partire dal big match del “Neri” tra Rimini e Delta Porto Tolle, importantissimo per il vertice della classifica, per poi passare al derby del “Garilli” tra Piacenza e Fiorenzuola, entrambe interessate alla lotta playoff.

A questo proposito, da segnalare che due squadre del girone (Correggese e Scandicci) sono approdate in settimana alle semifinali della Coppa Italia e questo, in ottica post season, potrebbe comportare la partecipazione ai playoff anche per la sesta classificata e forse addirittura per la settima, visto che il regolamento prevede l’automatica promozione alla fase nazionale per le finaliste e la miglior semifinalista della Coppa.

Il cammino da qui a fine torneo è però ancora lunghissimo e scontri importantissimi riguardano anche la coda della graduatoria, dove stanno lottando anche alcune squadre padovane. Vediamo dunque nel dettaglio i match di domani (calcio d’inizio, come di consueto, alle 14.30).

THERMAL ABANO-FORMIGINE. La classifica non sorride (quintultimi, a due lunghezze dalla retrocessione diretta) e la situazione societaria non è delle più serene. In più, notizia di questa settimana, ad una ciurma già traballante di per sé, viene a mancare l’esperto condottiero. Mister Vinicio Bisioli ha infatti annunciato il suo addio al Thermal, a causa di problemi di salute che lo terranno lontano dai campi per diversi mesi. Già domenica scorsa a Porto Tolle, in panchina si era seduto il vice Vezzù, ora promosso ufficialmente al posto dello sfortunato ex preparatore dei portieri del Torino. Eppure, nonostante questa precarietà, la settimana scorsa i rossoverdi hanno colto un insperato e preziosissimo punto nella tana del Porto Tolle, dimostrando di crederci e di voler lottare fino all’ultimo per rimanere in categoria. Quella di domani sarà l’occasione migliore per tramutare i buoni propositi in realtà concrete (leggi: conquistare i tre punti in palio).

Il Formigine, pur avendo un punto in più degli aponensi e venendo da sette risultati utili consecutivi, in trasferta non ha mai vinto finora e i numeri non tratteggiano di certo una squadra spumeggiante. Per la Thermal, quindi, un’occasione da non lasciarsi scappare, anche perché il treno salvezza passa forzatamente dalla vittoria di questi scontri diretti, soprattutto se disputati tra le mura amiche. Arbitrerà Dibenedetto di Barletta.

ATLETICO SAN PAOLO-FIDENZA. Non ha budget da mille e una notte neanche il San Paolo ma anche l’undici gialloblù ha ricevuto una consistente iniezione di fiducia dagli ultimi due incontri. La vittoria nel derby con l’Este e il pari in extremis strappato a Fiorenzuola, hanno consentito al team di Longhi di abbandonare lo scomodo ultimo posto in classifica, che dista comunque un solo punto, e di guardare con un po’ più di serenità al futuro.

Domani, i san paolini avranno un’opportunità d’oro per fare ulteriori passi avanti verso zone più tranquille, battendo nel contempo una diretta concorrente. Privi degli squalificati Longhi e Villatora, i patavini affronteranno infatti un Fidenza che domenica scorsa non ha giocato contro il Mezzolara per impraticabilità del campo (il match verrà recuperato mercoledì 17, ndr) ma che nelle precedenti sedici giornate ha vinto solo due volte, entrambe in casa, esprimendo il peggior attacco del raggruppamento (solo 14 gol all’attivo).

Per il San Paolo, dunque, una chance non da poco per garantirsi una seppur minima continuità di risultati, molto importante a questo punto del campionato. Arbitro dell’incontro sarà Stampatori di Macerata.

FORTIS JUVENTUS-ESTE. C’è una delle più lunghe trasferte dell’anno ad attendere i giallorossi, assestatisi al terzo posto in solitaria, dopo lo stentato successo di domenica scorsa col Castelfranco. Viaggio lungo ed insidioso, quello che affronteranno gli atestini, in casa di una Fortis che pur priva degli squalificati Nencioli e Sanni vuol dar seguito al successo esterno di Scandicci, per continuare a coltivare le proprie ambizioni di playoff.

Non avrà problemi di squalifiche (anzi, rientrerà il mediano Rubbo) ma sanitari, invece, mister Zattarin, che dovrà rinunciare nuovamente al bomber Bonazzoli, riapparso domenica scorsa dopo il lunghissimo stop disciplinare e messo ko dalla bronchite, e forse al centrale difensivo Meneghello, colpito duro all’occhio domenica scorsa da Sciapi. Al loro posto, scenderanno probabilmente in campo il giovane Coraini, fresco di convocazione per lo stage della rappresentativa di categoria che disputerà il Torneo di Viareggio in febbraio e il neo acquisto Luca Beghin, 28 anni, cresciuto nel Padova e già in giallorosso tra il 2005 e il 2007, prima di collezionare altre esperienze nel triveneto sempre in D, fino all’ultimo tesseramento con l’Arzignano.

Con un occhio ai risultati di Rimini e Correggese (impegnata nella vicina Montemurlo), l’Este cercherà quindi l’ennesimo blitz esterno, per mantenersi in scia alla vetta. Arbitrerà Chindemi di Viterbo.

VIRTUS CASTELFRANCO-ABANO. Una ha collezionato sei sconfitte e un pari nelle ultime sette apparizioni. L’altra, alterna prestazioni da incorniciare con imprevedibili ko. Entrambe, in compenso, domani non potranno schierare giocatori stangati in settimana dal giudice sportivo. La prima risponde al nome di Virtus Castelfranco e dovrà fare a meno per 4 giornate del neo acquisto Sciapi, arruolato la scorsa settimana e subito espulso per una gomitata killer che per poco non costava un occhio al centrale dell’Este, Meneghello. La seconda è l’Abano, che non potrà avvalersi per cinque partite delle prestazioni del capitano Ballarin (pugno a un avversario del Bellaria) e, limitatamente a domani, di De Cesare.

Se non altro, in casa neroverde ha battuto un colpo il mercato, che dopo numerosi addii registra l’ingresso del difensore Ianneo, proveniente dai pordenonesi del Fontanafredda. Un primo passo, rispetto all’intervento societario richiesto da mister De Mozzi. Ci sono comunque ancora alcuni giorni per rimpolpare una rosa che rischia di assottigliarsi pericolosamente, non potendo quindi garantire le forze necessarie per aggiudicarsi una tranquilla posizione di metà classifica, cui gli aponensi possono legittimamente aspirare. In Emilia fischierà Nehrir di Cagliari.

Questo il quadro completo del diciassettesimo turno: Jolly Montemurlo-Correggese, Ribelle-Imolese, Rimini-Delta Porto Tolle, Piacenza-Fiorenzuola, Mezzolara-Bellaria, Romagna Centro-Scandicci.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy