Il miracolo-Belluno comincia dalla difesa bunker

Il miracolo-Belluno comincia dalla difesa bunker

Commenta per primo!

Difesa impenetrabile. Il Belluno, oltre ad essere ben saldo in terza posizione, vanta la retroguardia meno bucata del girone con solamente sette reti subite in undici gare. Una delle tante forze e qualità della squadra gialloblù è proprio la solidità del reparto arretrato, che Vecchiato (da buon ex difensore) sta assemblando in maniera sontuosa. Il merito ovviamente non è solo dei quattro dietro, ma di un intero meccanismo di squadra; a partire dagli attaccanti fino ad arrivare al centrocampo. Sebastiano Sommacal è un protagonista indiscusso della stagione del Belluno avendo giocato dieci partite su undici, saltandone solamente una per squalifica. «L’obiettivo di un difensore è cercare di prendere meno gol possibili», spiega, «nelle retrovie stiamo facendo davvero bene ma il merito è anche di chi ci sta davanti e ci fa da schermo. Siamo una squadra che si aiuta molto in tutti i reparti e il tecnicoi con la sua esperienza ci insegna molto». La stagione del riscatto. L’anno scorso “Seba” ha giocato poco, chiuso dalle prestazioni in crescendo di Nicola Calcagnotto; adesso però si è ripreso il centro della difesa insieme a Ivan Merli Sala formando una coppia invidiabile. «Con Vecchiato ho sempre avuto un buon rapporto», spiega Sommacal, « la scorsa stagione non la valuto in maniera negativa ma come una possibilità di crescere. Ho imparato a fare il terzino, ruolo che non avevo mai fatto prima, e penso sia importante per un giocatore saper coprire in più di una posizione. Mi sono tolto anche belle soddisfazioni scendendo in campo nei playoff contro la Sacilese. Sono contento di come sta andando la mia stagione fino ad ora ma ogni domenica è il tecnico a scegliere chi comincia dal primo minuto». Quell’anno al San Giorgio. Sebastiano Sommacal ha fatto il vero salto di qualità dopo la mezza stagione in Promozione, tre anni fa con i Lancieri di Bribano. «In quel periodo sono maturato molto», racconta, «ho cominciato a giocare il calcio dei grandi imparando tante cose rispetto a quando si gioca in una juniores. Moretti? E’ molto giovane ma ha già fatto un’esperienza importante nelle giovanili del Bologna. A me andare via in prestito e giocare con continuità è servito e potrebbe essere una buona soluzione anche per lui». Bertagno squalificato. Il Belluno domenica contro il Legnago non avrà Bertagno, che contro la Sacilese ha rimediato la quarta ammonizione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy