Il Rimini fa festa, è la prima squadra promossa in Lega Pro

Il Rimini fa festa, è la prima squadra promossa in Lega Pro

Quattro giornate dalla fine in Serie D e molti gironi sono vicini ad assegnare il primo posto e quindi la promozione. Aspettando il Padova, che potrebbe festeggiare domenica contro il Legnago, c’è chi ha già stappato lo champagne. Il Rimini infatti da ieri è matematicamente in Lega Pro, dopo appena un anno dall’ultima retrocessione. I biancorossi hanno vinto il loro match casalingo contro il Thermal Abano per 2-0. Con sole quattro partite ancora da giocare la Correggese, seconda in classifica, non può colmare il distacco dalla truppa romagnola, al momento a quota 80 punti in graduatoria frutto di 25 vittorie, 5 pareggi e sole 4 sconfitte.

Di seguito, da tuttolegapro.com, il punto sugli altri gironi:

Festa rimandata per la Lupa Castelli Romani, prima nel girone G, che sabato ha pareggiato a Nuoro (punita da un gol di Jeda, ex Lecce). Ieri la Viterbese ne ha approfittato, espugnando Aprilia e portandosi a -8 dai ragazzi di Galluzzo, i quali mantengono comunque un vantaggio pressoché inattaccabile. Passo falso anche per l’Akragas, che sabato non è andato oltre l’1-1 sul campo della Tiger Brolo, quartultima. Ma Rende e Agropoli devono mangiarsi le mani per non averne approfittato: ieri i calabresi hanno pareggiato 3-3 con la penultima in classifica, il Montalto Uffugo. Sconfitta invece per i cilentani: 2-0 a Marcianise. Nel girone I l’Akragas mantiene quindi il +7 dal Rende e si porta a +8 dall’Agropoli. Gli imbattuti si confermano imbattibili. La Maceratese non sbaglia nella trasferta di Castelfidardo (0-2 con doppietta di D’Antoni) e, nel girone F, guadagna 2 punti sul Fano, imbrigliato in casa dal Campobasso (0-0). Ora la Rata ha 6 punti di vantaggio ed è sempre più vicina al suo traguardo, che potrebbe arrivare senza che i marchigiani abbiano mai perso. Senza strafare, la Fidelis Andria vince 1-0 sul campo del fanalino di coda Puteolana e cementa il suo primo posto nel girone H. Anche perché dietro c’è stato lo scontro diretto che ha designato il Taranto come principale avversario degli andriesi: i rossoblu hanno battuto 1-0 il Potenza. Ora quindi la Fidelis Andria è a +5 dai rivali tarantini e a +6 dai lucani. Nel girone B la giornata è favorevole alla capolista Castiglione, che vince 2-0 in casa della Castellana e mantiene un ottimo +6 dal Lecco (vincente 1-0 col Ciliverghe) e il +7 dal Seregno (che ha sbancato 1-0 Seriate). Attenzione però a dare per spacciati i lecchesi, perché hanno una partita in meno di virgiliani e brianzoli. Vittorie dalle proporzioni diverse, ma pur sempre vittorie, per le duellanti del girone E. Il Siena è dilagato a Spoleto (0-5), mentre il Poggibonsi ha ottenuto un più misurato 1-0 a San Giovanni Valdarno. I senesi conservano quindi il loro +4 nei confronti dei Leoni e sono sempre più vicini alla Lega Pro. Fino ad una settimana fa nel girone A regnava l’equilibrio. Ma il Cuneo mercoledì ha vinto il recupero col Derthona (3-0) e ieri si è ripetuto battendo di misura il fanalino di coda Borgomanero. Ora i biancorossi hanno quindi distanziato le avversarie: il Chieri (vincente 1-0 col Bra) è a -4, il Sestri Levante (che ha sbancato con un 1-2 il campo dell’Argentina) a -5.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy