Il San Paolo cerca conferme, l’Este vuole ritrovarsi

Il San Paolo cerca conferme, l’Este vuole ritrovarsi

Nel tredicesimo turno, i patavini affrontano l’ardua trasferta di Cerea, mentre i giallorossi ospiteranno il Forcoli.

Commenta per primo!

Se i derby sono per definizione delle partite a sé stanti, quello che mercoledì ha visto vincere il San Paolo sull’Este, potrebbe aver segnato una prima, importante svolta, nel cammino delle nostre squadre impegnate nel girone D di serie D.

Il successo nella sentita sfida di provincia ha, infatti, sicuramente ridato entusiasmo ai gialloblù di città che in un colpo solo hanno ritrovato i tre punti e – per lunghi tratti di gara – il gioco vivace che ha sempre caratterizzato la squadra di Fonti. Il gol decisivo, tra l’altro, è arrivato dai piedi di Lestani, uno degli acquisti estivi più attesi e fin qui più in ombra, complice anche un infortunio che l’ha tenuto ai box per oltre un mese.

Guai però a crogiolarsi sugli allori: da queste basi positive i san paolini dovranno subito ripartire per affrontare la trasferta di Cerea (arbitro Prontera di Bologna), seconda tappa di un trittico terribile che si concluderà domenica prossima con la Virtus Vecomp.

Nella bassa veronese, Arcaba e compagni andranno a far visita alla vicecapolista, forse il team che finora ha espresso il miglior calcio del girone, reduce da un bel 2-2 proprio contro la Virtus. «Ai veronesi mancherà lo squalificato Filippini – argomenta Fonti – ma ci saranno comunque atleti del calibro di Moretto, Guccione e Molinari. Per noi è un test di un certo livello, vogliamo dare continuità ai nostri risultati, anche perché non abbiamo niente da perdere e motivazioni superiori».

Dovrà invece fare i conti con gli obblighi di riscatto immediato l’Este, che nel giro di tre giorni ha perso imbattibilità, derby e primato solitario, essendo stata agganciata in vetta dal Forlì. Quello che più preoccupa all’ombra della Porta Vecchia, però, è la prova inconsistente offerta al “Plebiscito”, con Rondon e compagni che soprattutto nel secondo tempo non sono mai stati in grado di impensierire gli avversari.

Contro il Forcoli (arbitro Naccari di Messina), a dare peso all’attacco rientrerà almeno Moresco ma mancheranno ancora pedine fondamentali come Lelj, Colman (squalificati), Aliberti e Rubbo (infortunati da settimane). Dovranno fare a meno degli squalificati Falchini e Galli anche i pisani, squadra giovane che con 12 punti è in lotta per tirarsi fuori dalla zona playout. «Ripeto che secondo me i veri valori del girone verranno fuori da gennaio in poi – ha affermato nel post derby mister Zattarin – Ma se vogliamo tornare a fare il nostro campionato, dobbiamo ricominciare subito a vincere».

Ma se, sulla carta, la differenza di potenziale tra le due formazioni resta evidentemente sbilanciata a favore dei giallorossi, l’esperienza insegna che è meglio non fidarsi. Un’ulteriore sconfitta sarebbe infatti il peggior viatico per affrontare un’ultima tranche di girone d’andata che proporrà agli atestini molti scontri con squadre di media classifica ma anche alcuni particolarmente impegnativi con le concorrenti dirette alle prime posizioni, quali Mezzolara e Forlì.

Queste le altre partite del tredicesimo turno (domani, ore 14.30): Lanciotto-Mezzolara, Santa Croce-Rosignano, Pistoiese-Forlì, Ravenna-Bagnolese, Scandicci-Sestese, San Miniato-Virtus Vecomp, Villafranca-Castelfranco, Pavullese-Camaiore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy