Il San Paolo non decolla, seconda sconfitta in campionato: la Fortis Juventus passa all’Euganeo

Il San Paolo non decolla, seconda sconfitta in campionato: la Fortis Juventus passa all’Euganeo

Commenta per primo!

No, così non va. Non riesce proprio a decollare la stagione dell’Atletico San Paolo di mister Damiano Longhi. Oggi infatti, nel turno infrasettimanale del girone D, i gialloblù hanno rimediato, contro la Fortis Juventus di Borgo San Lorenzo (provincia di Firenze), la seconda sconfitta su tre partite di campionato. Eppure il primo impegno dell’annata sembrava promettere bene, con la qualificazione ai trentaduesimi di finale di Coppa Italia ottenuta il 30 agosto scorso sull’insidioso campo dell’Imolese, seppur solamente ai calci di rigore. Ma la vittoria maturata in Emilia si è presto rivelata un fuoco di paglia. Già sette giorni più tardi, infatti, all’esordio in campionato, la formazione sanpaolina ha ceduto in trasferta per 1 a 0 alla Virtus Castelfranco, per poi venire estromessa (a testa alta) dalla Coppa Italia il mercoledì successivo per mano della corazzata Biancoscudati Padova. Al termine del derby, Longhi aveva dichiarato di avere bisogno di due attaccanti d’esperienza per migliorare e completare il reparto offensivo. E, puntualmente, tre giorni più tardi, Stefano Dall’Acqua, centravanti d’esperienza arrivato quest’estate dal Formigine, ha abbandonato a sorpresa la società del presidente Tramonti per accasarsi al Portomansuè, in Promozione ed avvicinarsi così alla sua Oderzo. Ma nonostante ciò, la domenica successiva all’Euganeo i ragazzi di Longhi si stavano imponendo per 2 a 0 al termine del primo tempo sul quotato Mezzolara di Fabio Bazzani (comunque assente nell’occasione) grazie alle reti di Masiero e Rebecca. Nel secondo tempo però, complice un’espulsione di Benucci, gli ospiti sono riusciti a rimontare lo svantaggio, portandosi sul 2 a 2 ed arrivando addirittura a sfiorare la vittoria colpendo un palo in “zona Cesarini” con Iarrusso. Nel turno infrasettimanale di oggi pomeriggio dunque, l’imperativo era vincere, anche e soprattutto per recuperare i punti persi contro il Mezzolara, Longhi dixit. Ma la Fortis Juventus, reduce da un pregevole successo per 3 a 0 contro il Bellaria, si è rivelata, come previsto, avversario di valore, tecnicamente superiore ai padroni di casa ed ha portato a casa i tre punti. 1 a 0 il finale, con rete decisiva siglata da Austoni al 40′.

Con la squalifica di Benucci, per rispettare i parametri di schieramento degli “under”, Longhi ha scelto di schierare tra i pali il classe ’95 Savi al posto del titolare  Rosiglioni e, per sopperire alla mancanza di attaccanti, si è affidato ad un inedito 4-2-3-1, con Rebecca, unico terminale offensivo, supportato dal trio Marcolin-Antonelli (al rientro dopo alcuni problemi fisici)-Gusella. In avvio di gara le scelte tattiche del tecnico di Faenza sembravano risultare azzeccate, con il San Paolo che è andato vicino al vantaggio al 4′ con Masiero ed all’8′ con Villatora. Dopo il quarto d’ora, però, la Fortis Juventus ha iniziato a premere sull’acceleratore colpendo una traversa al 15′ con un calcio di punizione dalla lunga distanza di Bigeschi ed impensierendo Savi al 26′, costringendolo a respingere provvidenzialmente in calcio d’angolo un colpo di testa dalla breve distanza di Aquinandi. Nel frattempo, al 17′, capitan Vito Antonelli, che evidentemente ha accusato un riacutizzarsi dei problemi fisici che lo hanno tormentato in queste ultime settimane, aveva chiesto il cambio, venendo sostituito dal neoacquisto Davide Bianchi, difensore classe ’93 ufficializzato ieri dalla società di Via Canestrini. Al 40′, ecco dunque il vantaggio toscano, firmato da Austoni, abile ad anticipare di testa Savi in uscita, sugli sviluppi di un’azione nata da un errore in fase di rinvio dello stesso portiere sanpaolino. Durante i secondi quarantacinque minuti, poi, la Fortis Juventus ha optato per un atteggiamento più attendista, volto a conservare il vantaggio maturato nel primo tempo ed a cercare il raddoppio in contropiede. Un atteggiamento che, alla fine, si è rivelato efficace, non avendo permesso praticamente mai al San Paolo di concludere verso la porta difesa da Bolognesi durante la seconda frazione. La truppa di Longhi rimane dunque inchiodata a quota un punto, al penultimo posto, a pari merito con Imolese e Formigine. E domenica si va a Rovigo, a far visita al Delta Porto Tolle terzo in classifica… Certo, sono state giocate solamente tre giornate di campionato, dunque è ancora presto per sbilanciarsi in giudizi che risulterebbero certamente affrettati, ma in Via Canestrini i primi campanelli d’allarme hanno già iniziato a tintinnare. Meglio dare loro ascolto, finché si è in tempo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy