L’Este non sa più vincere in casa

L’Este non sa più vincere in casa

Scialbo 0-0 contro il Trissino. Il San Paolo vince invece in extremis col Vittorio; Thermal secondo dopo il 3-0 al Palazzolo.

Commenta per primo!

ESTE-TRISSINO VALDAGNO 0-0

ESTE: Bevilacqua, Favaro, Scotton, Lelj, Colman, Thomassen, Gusella (25’ st Gasparello), Rubbo, Lasagna (39’ st Iarrusso), Brotto (15’ st Mazzeo), Tonus. A disp: Cabrelle, Meneghello, Raffaelli, Dallavalle, Stefani, Migliorini. Allenatore: Zattarin.

TRISSINO: Ziglioli, Vallarsa, Rossi, Pallara, Pagano (15’ st Badu), Caraceni, Chiarello, Roverato (31’ st Alibert), Amassoka, Cenzato (6’ st Doria Yao), Caraccio. A disp: Vivian, Chinellato, Bertasi, Bertasini, Corbo. Allenatore: Renica.

ARBITRO: Berger di Pinerolo (Abouelkhayr, Tribelli).

NOTE: espulso al 33’ st mister Zattarin (E) per proteste. Ammoniti Cenzato, Chiarello, Roverato, Rossi, Caraceni (T), Favaro, Brotto, Scotton, Lelj (E). Spettatori 250 circa.

Continua il digiuno casalingo di vittorie per l’Este, che anche contro il Trissino non riesce ad andare oltre il pareggio. Lo 0-0 coi vicentini è frutto di una gara priva di grosse emozioni, molto spezzettata a causa dei numerosi interventi dell’arbitro e caratterizzata dalla scarsa incisività di entrambi gli attacchi.

Primo tempo avaro di emozioni, con le uniche conclusioni che arrivano da lontano e su errori dell’avversario. Il primo episodio è del 9’, quando su respinta avventata coi pugni di Bevilacqua al limite dell’area la palla giunge all’accorrente Pallara, che tenta il pallonetto da 40 metri con la sfera che termina a lato.

I padroni di casa rispondono al 20’ con Colman che sugli sviluppi di un corner tenta la conclusione da 25 metri su respinta della difesa ma Ziglioli para senza difficoltà. Il finale di tempo è ancora di marca giallorossa: al 38’ Brotto al termine di una sgroppata solitaria fa fuori due avversari ma conclude a lato.

Poi, pochi secondi prima del duplice fischio finale, su rinvio del portiere Lelj tenta la sorpresa da metà campo ma la palla termina ancora una volta a lato.

L’inizio della seconda frazione sembra favorevole ai padroni di casa che al 9’ mettono in mostra una bella combinazione in velocità tra Lasagna e Brotto, col numero 10 di casa che scarta anche il portiere ma si trascina la palla sul fondo senza riuscire ad indirizzarla in rete. Passano 5’ e Lasagna si produce in un diagonale velenoso dalla destra, di poco a fil di palo.

La parte centrale dei secondi 45’ è invece appannaggio degli ospiti: al 24’ Bevilacqua para a terra su incursione centrale di Chiarello,mentre due giri di lancette più tardi Amassoka approfitta di un liscio difensivo di Thomassen ma a tu per tu col portiere non riesce a concludere.

Il forcing finale degli atestini, cui partecipa anche l’ultimo arrivato Gasparello, risulta sterile e produce come una azione degna di nota un tiro al volo di Iarrusso dal limite, altissimo sopra la traversa.

SPOGLIATOI. Rabbuiato nel dopo partita mister Zattarin, espulso a 10’ minuti dal termine per proteste nei confronti del direttore di gara: «Abbiamo giocato meno bene rispetto a domenica scorsa ma certo non si può pretendere di entrare in porta col pallone (si riferisce all’occasione di Brotto, nda). Contro una buona squadra abbiamo mancato di cinismo e concretezza, dovevamo sfruttare meglio le occasioni avute».

In extremis, riesce invece a spezzare la serie di pareggi casalinghi il San Paolo, che batte 2-1 in rimonta il Vittorio Falmec. Al vantaggio ospite siglato al 7’ da De Martin risponde con una doppietta nel finale (80’ e 87’) Lucchini, che si issa così in cima alla classifica dei cannonieri del girone.

Il rotondo 3-0 inflitto nell’anticipo di ieri al Palazzolo e firmato Dotto, Cacurio, Volpato, permette invece al Thermal Abano di assestarsi al secondo posto in solitaria nel girone D, in attesa del big match di domenica prossima a Massa Carrara, in casa della capolista. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy