L’Este si prende una rivincita e continua la corsa nei playoff

L’Este si prende una rivincita e continua la corsa nei playoff

Rondon e Sottovia confezionano lo 0-2 con cui i giallorossi espugnano Budrio e volano al terzo turno.

MEZZOLARA-ESTE 0-2

MEZZOLARA: Romano, Arlotti, Fiorini (13’st Albini), Akilo, Cicerchia, Ruopolo, Buscarini (26’st Paradisi), Landi, Bazzani (32’st Ceccarelli), Nicolini, Semprini. A disp: Farnè, Chirelli, Arseno, Thana. Allenatore: Benuzzi.

ESTE: Bagherini, Meneghello, Gusella, Lelj, Aliberti, Colman, Mario, Rubbo, Sottovia (32’st Moresco), Rondon (20’st Da Dalt), Carani (11’st Asti Brun). A disp: Fantin, South, Gardellin, Turetta. Allenatore: Zattarin.

ARBITRO: Bercigli (San Giovanni Valdarno).

RETI: 11’ pt rig. Rondon (E), 23’ st Sottovia (E).

NOTE: espulso Ceccarelli (M) per fallo di reazione. Ammoniti Ruopolo, Buscarini, Bazzani, Albini (M), Bagherini, Colman (E). Spettatori 500.

Stavolta l’Este non si fa ammaliare da Alessia Merz (moglie del capitano bolognese Bazzani), espugna Budrio con un perentorio 2-0, ristabilisce sul campo le giuste gerarchie del girone D e approda al terzo turno dei playoff, il punto più alto mai raggiunto in 92 anni di storia giallorossa.

Di Rondon su rigore all’11’ del primo tempo e del gioiello Sottovia con una perla da 25 metri al 23’ della ripresa, le reti degli atestini, che ora attendono di conoscere l’avversario e il luogo in cui disputeranno la partita di domenica. Da quest’anno, infatti, la formula dei playoff è cambiata, passando dai gironi a tre squadre agli scontri diretti, rendendo necessario l’inserimento graduale della vincitrice della Coppa Italia di categoria, della seconda classificata e della miglior semifinalista per pareggiare il numero di formazioni partecipanti (i gironi di serie D sono 9).

Poiché il criterio in base al quale vengono decisi gli accoppiamenti è quello della vicinanza territoriale, è probabile che il Bogliasco (semifinalista di coppa) venga abbinato all’altra ligure Lavagnese (vincitrice playoff girone A), facendo sì che il Legnago (trionfatore nel girone C col 2-1 in trasferta a Porto Tolle) incontri il Pontisola (girone B) e spedendo l’Este ad affrontare la vincente di Arezzo-Castel Rigone, in programma domani alle 20.30. Evenienza che, nel caso la gara si disputasse in trasferta (dipende dal piazzamento in classifica dell’avversaria), penalizzerebbe ancora una volta i padovani, già costretti a girare in lungo e in largo la Toscana durante tutta la regular season.

Per il momento, però, la truppa di Zattarin può godersi un risultato che la riappacifica almeno parzialmente con la stagione e che dimostra come Moresco e compagni ci tengano davvero ad arrivare più avanti possibile nella post season, in modo da tenere accesa una pur flebile speranza di ripescaggio in Lega Pro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy