L’Este vuol ballare la Sambo, il San Paolo rimanda ancora

L’Este vuol ballare la Sambo, il San Paolo rimanda ancora

I giallorossi recuperano oggi la gara saltata domenica, mentre i gialloblù ci proveranno il 30 col Kras.

Commenta per primo!

Il diciassettesimo turno del girone C di Serie D non potrà dirsi concluso nemmeno oggi. Se, infatti, Este e Sambonifacese proveranno a recuperare la gara non disputata domenica a causa della neve caduta nel fine settimana, il San Paolo ha dovuto ulteriormente procrastinare il viaggio a Monrupino, sede del Kras Repen, in quanto ai confini con la Slovenia il manto bianco non si è ancora sciolto. I gialloblù ci riproveranno agli sgoccioli del 2012, precisamente domenica 30, sfruttando gli spazi concessi dalla pausa natalizia del campionato.

Cercherà invece di riprendere già oggi (ore 14.30, arbitro Sommese di Nola) il cammino la formazione della Bassa, che al Nuovo Comunale ospiterà uno dei tanti squadroni che ambiscono al salto diretto in Lega Pro. Dopo la sconfitta nel derby con la Vecomp, infatti, la “Sambo” – l’anno scorso retrocessa dalla Seconda Divisione – ha affidato la panchina a uno dei suoi giocatori di maggior esperienza, Gianni Migliorini, che ha subito condotto il team rossoblù al successo col Real Vicenza.

Nei primi giorni del mercato invernale, inoltre, il presidente Lodi ha puntellato l’organico veronese acquistando quattro elementi di sicuro valore, con curricola che parlano da soli. In terra scaligera sono infatti approdati l’ex Verona Claudio Ferrarese, il giovane Leonardo Mattioli dal Bassano, l’esperto Marco Malagò e Daniele Nohman, una punta da 21 gol con la maglia dell’Asti. Innesti che vanno a rinforzare ulteriormente una rosa già competitiva, che vede tra gli altri la presenza degli ex di turno Bagherini e Ligarotti, oltre al temibile tandem d’attacco Iarrusso-Scapini.

Per contrastare la quarta forza del torneo (che conquistando il bottino pieno si porterebbe ad una sola lunghezza dalla capolista Porto Tolle), l’Este si aggrapperà principalmente all’iniezione di fiducia derivata dalla vittoria nel derby di Padova, non potendo annoverare nuovi acquisti a parte Zecchinato, a fronte delle importanti partenze dei vari Aliberti e Sottovia e dell’ennesimo infortunio di Aliu.

Per i giallorossi, che possono contare su un vantaggio di soli due punti sulla zona playout, l’obbligo di provare a far tornare il rettangolo di casa il fortino delle scorse stagioni, migliorando un ruolino che finora ha già visto cadere tre volte gli Zattarin boys tra le mura amiche.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy