Le padovane ricaricano le pile in vista del rush finale

Le padovane ricaricano le pile in vista del rush finale

La sosta per il torneo di Viareggio permetterà  a San Paolo ed Este di preparare al meglio i prossimi scontri contro Venezia e Quinto.

Commenta per primo!

Domenica di riposo per le padovane impegnate nel campionato di serie D, che oggi si ferma per lasciare spazio alla rappresentativa giovanile di categoria, impegnata nel Torneo di Viareggio.

Este e San Paolo approfittano così del turno di riposo, per ricaricare le pile in vista del rush finale del torneo, che vede entrambe ancora all’inseguimento dei rispettivi obiettivi stagionali.

Rilanciati dalla convincente vittoria casalinga per 3-1 sul Kras Repen, i gialloblù di città si sono riappropriati del terzo posto in classifica, in coabitazione con Tamai a quota 41. Un bottino che rende assai difficile sperare ancora nel salto di categoria, visto che la capolista Treviso staziona a 11 lunghezze di distanza e il Venezia a 9, anche se la sfida di domenica prossima che vedrà protagonisti Volpato e compagni proprio nella tana arancioneroverde di Sant’Elena potrebbe riaprire scenari inediti.

Molto più probabile pronosticare per la truppa di Fonti una lotta per rimanere tra le prime 5, con conseguente disputa dei playoff. Un risultato che sarebbe comunque di gran prestigio per un gruppo che fin dall’inizio della stagione si è posto come traguardo una tranquilla salvezza.

Punta a rimanere in categoria, in attesa di tempi (economicamente) migliori anche l’Este, che col buon pareggio ottenuto a Oderzo nonostante la formazione d’emergenza ha aumentato ad 8 i punti di vantaggio sulla zona playout.

Superato il balbettante inizio di stagione che l’avevano visto precipitare nei bassifondi della graduatoria, il gruppo atestino – una volta sistemate alcune evidenti carenze nella rosa – ha saputo risalire la china e ha dimostrato di aver digerito l’idea tattica di mister Zattarin, un esordiente che dimostra però di avere le idee molto chiare su come deve muoversi in campo il suo undici. Appollaiati esattamente a metà classifica, equidistanti dai playoff così come dalla zona pericolosa, Agostini e compagni tra setti giorni avranno la possibilità di tenere aperto il pertugio che potrebbe riportarli verso zone più nobili della graduatoria, ospitando al Nuovo Comunale il Quinto, formazione che vanta 4 punti in più rispetto ai giallorossi.

Pur non potendo presenziare in panchina, perché ancora squalificato, per questa gara mister Zattarin potrà comunque disporre dell’intera rosa, a partire dal tridente Rondon-Moresco-Carani, finora sempre decisivo. Nell’attesa di poter riabbracciare almeno per l’ultima parte di stagione i lungodegenti Asti Brun e Aliù, con il secondo che era stato uno dei colpi del mercato estivo, conteso a colpi di carte bollate alla Spal, e che invece si è infortunato dopo solo 17 minuti della prima gara, privando la formazione atestina di uno dei tasselli più importanti.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy