Le padovane vogliono riprendere la corsa

Le padovane vogliono riprendere la corsa

Nel settimo turno di ritorno, il San Paolo cerca 3 punti ospitando il Kras Repen, mentre un’Este in emergenza è atteso dalla rediviva Opitergina.

Commenta per primo!

Dopo la debacle di domenica scorsa, la settima giornata di ritorno di serie D, in programma domani alle 14.30, rappresenta per le squadre padovane un’immediata opportunità di riscatto.

L’impegno sulla carta più semplice è quello del San Paolo, che attende al “Plebiscito” il Kras Repen (arbitro Bergonzini di Civitavecchia). Nonostante la classifica veda i patavini aggrappati al quinto posto, in coabitazione col Tamai a quota 38, e gli italo-sloveni terzultimi con 21, il condizionale è d’obbligo, vista la netta sconfitta rimediata sette giorni fa dai gialloblù a San Donà.

Non se la passano meglio i friulani, reduci dal ko interno contro l’Opitergina e che, nonostante il cambio di allenatore, hanno ottenuto l’ultima vittoria addirittura a metà novembre. Per il team di Gianfranco Fonti – che non lamenta defezioni nell’organico, a parte l’ormai disperso Keba – tre punti assolutamente da portare a casa, per mettere definitivamente in cassaforte la salvezza e poter così puntare con decisione ad un posto nei playoff, con la mente sgombra da pressioni che finora hanno a volte limitato il rendimento della giovane truppa sanpaolina.

Più impegnativa la trasferta dell’Este, che affronterà la trasferta ad Oderzo (arbitro Dei Rosso di Molfetta) priva di ben tre titolari. Il beffardo ko interno ad opera della capolista Treviso, oltre ad interrompere una striscia positiva che durava da 5 turni, ha anche lasciato pesanti strascichi dal punto di vista disciplinare: il giudice sportivo ha infatti fermato per due turni mister Zattarin, espulso nel finale per proteste, appiedando contemporaneamente per un turno South, Colman e il bomber Moresco.

In condizioni di emergenza, dunque, i giallorossi troveranno una squadra che con il prezioso 2-0 raccolto a Monrupino ha fatto un deciso passo avanti verso la salvezza e che in campo può contare sull’esperienza di un cannoniere professionista quale Stefano Dall’Acqua, oltre che dei due ex atestini Niero e Bardellotto. Con gli uomini contati sia in difesa che in attacco, viste anche le precarie condizioni fisiche di Agostini, i padovani cercheranno di ottenere almeno un pari, per man tenere invariato il vantaggio rispetto alla zona playout.

 

Queste le altre partite di giornata: Chioggia-Sanvitese, Concordia-Belluno, Montecchio-Venezia, Tamai-Montebelluna, Torviscosa-Sandonàjesolo, Treviso-Pordenone, Quinto-Rovigo.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy