FINALE Este-Luparense San Paolo 2-0 (37′ Mastroianni, 88′ rig. Maldonado)

FINALE Este-Luparense San Paolo 2-0 (37′ Mastroianni, 88′ rig. Maldonado)

Commenta per primo!

ESTE: Lorello, Tiozzo, Montin (48′ st Favaro), Guagnetti, Rosina, Busetto, Maldonado, Caporali, Mastroianni (39′ st Coraini), Ferrara, Marcandella (48′ st Favre). A disp: Boaretto, Colombara, Canton, Destro, Niselli, Arvia. Allenatore: Pagan.
LUPARENSE SAN PAOLO: Rossetto, Antonello, Sanavia (1′ st Perosin), Pignat, Baggio (23′ st Giglio), Severgnini, Roveretto, Sadick (29′ st Pittarello), Sottovia, Beccaro, Di Fusco. A disp: Murano, Pregnolato, Cavallini, Scandilori, Praticò, Dal Santo. Allenatore: Cunico.
ARBITRO: Vimercati di Cosenza (Gilardenghi, Martinelli).
MARCATORI: 37′ pt Mastroianni (E), 43′ st rig. Maldonado (E)
NOTE: ammoniti Severgini, Pittarello, Antonelli (L), Maldonado, Busetto (E). Spettattori 300 circa.

 

SPOGLIATOI. C’è euforia, nel dopo gara, nello spogliatoio dei padroni di casa invaso pacificamente dai tifosi che portano in trionfo mister Pagan e i giocatori, da stasera matematicamente sicuri almeno della terza piazza. Non manca di esprimere la propria soddisfazione lo stesso mister giallorosso, con gli atestini che tornano al successo dopo 3 sconfitte consecutive: «Da stasera siamo ufficialmente sul podio e credo sia un risultato meritato – esclama il tecnico chioggiotto – Dopo le ultime tre sconfitte avevamo voglia di rivincita, anche per tacitare le voci che ci davano per cotti, quando invece un calo penso sia fisiologico. Oggi era importante assicurarci definitivamente questo terzo posto – vista anche la partita sulla carta più facile che aveva il Belluno – E infatti ho rivisto l’Este che conoscevo e che volevo, quindi devo fare i complimenti ai miei ragazzi, veri artefici di questa impresa e che oggi hanno battuto una delle formazioni più in forma del momento.
Ora abbiamo ancora due partite da affrontare al meglio, per finire bene la stagione regolare, eguagliando o superando il bottino di punti raccolti nel girone d’andata, difendendo il record di difesa meno battuta del girone e non regalando niente a nessuno, in quanto quando ero io a dover lottare per la salvezza, nessuno mi ha mai regalato nulla. Dopo di che potremmo concentrarci sui playoff, con la prima partita in casa che rappresenta un regalo che volevamo fortemente fare al nostro pubblico».
Serena, nonostante il risultato bocci definitivamente le ambizioni di rincorsa ai playoff dei suoi Lupi, l’analisi del tecnico della Luparense, Cunico: «Credo che il risultato ci penalizzi, in quanto non meritavamo la sconfitta – recrimina il mister vicentino – Giocare con questo vento ha complicato le manovre di entrambe le contendenti e ha favorito il primo gol degli avversari, che abbiamo subito in maniera piuttosto rocambolesca. Nella ripresa abbiamo creato alcune occasioni per pareggiare ma non ci è andata bene, nonostante ad un certo punto avessimo in campo cinque attaccanti, in ogni caso penso che il pareggio sarebbe stato più giusto come esito finale. Dispiace perché la nostra straordinaria rincorsa si è interrotta e non ha portato all’esito sperato, ma devo fare i complimenti ai ragazzi per averci creduto fino alla fine. Ora onoreremo la maglia e il campionato fino all’ultimo, magari dando un po’ più di spazio a chi finora ne ha trovato meno».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy