Mazzeo riagguanta il Trissino. Al Plebiscito finisce 1 a 1

Mazzeo riagguanta il Trissino. Al Plebiscito finisce 1 a 1

Commenta per primo!

SAN PAOLO PADOVA – TRISSINO VALDAGNO 1 – 1

SAN PAOLO: Marcato, Milani (31´ st Volpato), Zanon, Arcaba, Cavallini, Vezù (8´ st Pinheiro), Cortella, Ursella, Banzato (23´ st Marzari), Mazzeo, Porcino. A disposizione: Vianello, Tommaso Rampazzo, Pitteri, Pasha. Allenatore: Gianfranco Fonti.

TRISSINO VALDAGNO: Vivian, Vallarsa, Fabris, Pavan, Pavesi, Chessa, Malacarne, Roverato (13´ st Faltracco), Trinchieri, Chiarello (46´ Dimitrio), Marchetti (40´ st Severgnini). A disposizione: Bordignon, Zani, Cazzola, Masiero. Allenatore: Alessandro Renica.

ARBITRO: Marchetti di Ostia.

RETI: nel pt 25´ Trinchieri; nel st 31´ Mazzeo.

NOTE: Spettatori 200 circa. Espulso al 35´ st Renica, allenatore del Trissino Valdagno, per proteste. Ammoniti: Mazzeo, Vallarsa, Trinchieri, Volpato.

 

Termina 1 a 1 la partita tra San Paolo e Trissino Valdagno, valevole per il recupero della 23esima giornata di campionato. Dopo i due pareggi consecutivi contro Delta Porto Tolle e Sambonifacese, i padovani riescono ad ottenere un altro buon punto che aiuta per il morale, ma non abbastanza per quanto riguarda la classifica. Guardando il bicchiere mezzo pieno, il San Paolo non perde da tre partite, guardandolo però mezzo vuoto, portare a casa solo tre punti su nove disponibili non è il rollino di marcia adatto per cercare una salvezza sicura. Oggi, in aggiunta, non si è giocato su un terreno che consentisse di esprimere un gran calcio, anzi, come al solito, il Plebiscito ha limitato le due squadre.

I ragazzi di mister Fonti hanno disputato una partita dai due volti: il primo tempo succubi del Trissino, il secondo, invece, da veri padroni del campo. Nella prima frazione di match il San Paolo ha fatto veramente poco, non ha espresso un buon gioco e non ha creato problemi al portiere vicentino Vivian, se non al 42’ quando Banzato non è riuscito a deviare un tiro cross dalla sinistra di Cortella. I vicentini invece hanno impensierito i padroni di casa non tanto con le conclusioni, piuttosto con il gioco e con i tentativi di arrivare vicino alla porta difesa da Marcato. Il Trissino è passato in vantaggio nel suo momento migliore: cross indisturbato di Marchetti al 25’ e Trinchieri di testa non fallisce.

Nel secondo tempo i gialloblù entrano in campo con uno spirito migliore e desiderosi di ribaltare il risultato. Rischiano solamente al 7’, quando Chiarello raccoglie un cross dalla destra e calcia in porta, senza fare i conti però con un grande Marcato che respinge di piede. Dal 8’ inizia un vero e proprio assedio padovano al fortino vicentino alla ricerca del gol. Ci provano Arcaba e Porcino, ci riesce alla grande Mazzeo al 31’: il fantasista bolognese calcia al volo da fuori area un bolide che Vivian nemmeno vede. La partita termina senza grandi sussulti, con un pareggio utile ad entrambe.

Mister Fonti sembra abbastanza soddisfatto a fine partita: “Guardiamo il bicchiere mezzo pieno. La partita poteva terminare con una débâcle, ma siamo rimasti in piedi e abbiamo raggiunto un buon pareggio meritato. Sono contento anche perché ho visto una squadra viva mentalmente e fisicamente soprattutto; perché giocare due partite consecutive su un campo pesante come il nostro non è facile.”

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy