Nel girone D è sfida incrociata tra padovane ed emiliano-romagnole

Nel girone D è sfida incrociata tra padovane ed emiliano-romagnole

Commenta per primo!

È caratterizzato da una quadrupla sfida padovano-emiliana, il quinto turno del girone D, in programma domani alle 15.

Tutte le squadre della nostra provincia sfideranno infatti avversarie provenienti dall’Emilia Romagna, dando vita a match che già si profilano molto interessanti anche in chiave classifica.

ESTE-CORREGGESE. La capolista vuole fare cinquina e confermarsi al vertice ma di fronte ha un undici che lo scorso anno perse la promozione in Lega Pro al 94’ dell’ultima giornata, a conclusione di un entusiasmante duello con la Lucchese, durato tutto il girone di ritorno.

Cullato inutilmente per tutta l’estate il sogno del ripescaggio in terza serie, i reggiani si sono presentati al via della nuova stagione con una rosa che ha perso molti pezzi pregiati rispetto al 2013 ma che comunque mantiene un elevato valore, rafforzato proprio nelle ultime ore dall’ingaggio dell’esperto difensore Armando Perna, ex Padova, che potrebbe esordire con la nuova maglia già domani.

Nuovo acquisto anche in casa giallorossa, con mister Zattarin (rientrante dalla squalifica) che potrà contare sulla duttilità del terzino campano Pucino, reduce dall’esperienza con la Gladiator. Arbitrerà l’esperto Kamal Jouness, della sezione di Torino.

ABANO-RIMINI. C’è voluta quasi una settimana di peregrinazioni ma alla fine una sede per far disputare la sfida si è trovata nello stadio di Porto Tolle, che il Delta da quest’anno non usa più, essendosi trasferito a Rovigo (anche) per dissidi con l’amministrazione locale.

Altro esame di maturità per i neroverdi di De Mozzi, che domenica scorsa hanno messo in cascina la prima vittoria stagionale, espugnando il terreno della Ribelle e dopo Romagna Centro e Piacenza, si trovano ora a dover domare un’altra delle big del girone, che tra l’altro sta passando un periodo tutt’altro che positivo. I romagnoli vengono infatti da due sconfitte consecutive e l’ambiente è in subbuglio, tanto che la società ha decretato il silenzio stampa.

Si affronteranno due squadre molto fisiche, in una gara che si preannuncia particolarmente tesa e che – in caso di esito positivo – fornirebbe una grandissima carica agli aponensi, in vista dello storico derby del 5 ottobre. Arbitrerà Loprete di Catanzaro.

SAN PAOLO-ROMAGNA CENTRO. Obiettivo riscatto per i gialloblù, mestamente ultimi con un solo punto in quattro gare e che approfittano delle cattive condizioni del terreno dell’Euganeo per tornare in quel Plebiscito che fino a maggio era la loro casa. Non che il fondo di questo rettangolo di gioco sia tanto migliore di quello di viale Rocco ma almeno la dimensione più raccolta dell’impianto potrebbe far sentire un maggiore supporto del pubblico ai giovani di Damiano Longhi (la cui panchina comincia a traballare un po’…), rinforzatisi in settimana con l’arrivo dell’esperto bomber Davide Matteini, già protagonista in passato con la maglia biancoscudata del Padova.

L’arrivo della punta toscana va a colmare un vuoto nell’attacco patavino, uno dei peggiori del girone con soli tre centri finora e che domani dovrà fare i conti con il roccioso Romagna, squadra quadrata e molto ostica, ancora a digiuno di vittorie ma che ha in Gavoci un terminale offensivo molto temibile. Uno squalificato per parte: Marcolin e Peluso, mentre a fischiare sarà Perenzoni di Rovereto.

BELLARIA-THERMAL. Una gita in riviera? No, uno scontro che mette in palio importanti punti in chiave salvezza. Dopo il ko nel derby con l’Este e le polemiche per le voci su difficoltà societarie che dall’estate non si sono mai tacitate, i rossoverdi devono rispolverare lo spirito battagliero di squadra da trasferta che ne ha fatto le fortune lo scorso anno.

I padroni di casa, infatti, pur essendo un team giovanissimo (tre quarti della rosa è under 1994) ed avendo iniziato il torneo con tre ko consecutivi, hanno colto domenica scorsa un confortante successo a Cesena che ne ha rilanciato le ambizioni. In avanti, inoltre, i romagnoli possono contare sull’esperienza di Marco Bernacci, attaccante che in carriera ha vestito maglie importanti anche in A (Cesena, Bologna e Torino tra queste) e che per la categoria è senz’altro elemento da tenere d’occhio. Arbitrerà Giudici di Legnano.

Questo le altre partite della quinta di andata: Scandicci-Delta, Fortis Juventus-Piacenza, Virtus Castelfranco-Ribelle, Fidenza-Formigine, Fiorenzuola-Imolese, Mezzolara-Jolly Montemurlo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy