Nel girone D inizia un ritorno… di fiamma

Nel girone D inizia un ritorno… di fiamma

Commenta per primo!

Si gira pagina, da domani, in serie D. Nel girone D, la ventesima giornata decreta infatti il via al girone di ritorno, che a maggio emetterà i verdetti di questo appassionante torneo.

Prima di arrivare alla fine, ci saranno però 19 tappe da percorrere, tutte ugualmente importanti, a partire da questa, che proporrà sfide interessanti sia per la testa che per la coda della classifica. Vediamo nel dettaglio gli impegni cui saranno chiamate le squadre padovane.

THERMAL ABANO-FIORENZUOLA. Riuscirà la mano esperta di mister Vittadello a porre fine ad un digiuno di vittorie che dura da sette turni? Dopo quanto di buono messo in mostra nonostante la sconfitta domenica scorsa, contro una Correggese troppo forte per Sadocco e compagni, i rossoverdi affronteranno domani un avversario alla loro portata e reduce da un inaspettato ko a Cesena che ne ha fatto infuriare la dirigenza.

Pur occupando i piacentini il sesto posto, il timore di mister Mantelli – che domani avrà a disposizione il neo acquisto Aleppo ma dovrà probabilmente rinunciare agli acciaccati Piccolo e Sessi – è di essere risucchiato verso le zone pericolose di una classifica che rimane molto corta.

Alla Thermal i tre punti servirebbero invece come l’ossigeno, visto il terzultimo posto attualmente occupato, tre sole lunghezze più in alto rispetto alla retrocessione diretta. Viste le statistiche dei gol fatti (quello termale è il secondo peggior attacco del girone) e i precedenti (all’andata finì 1-1), si preannuncia comunque una gara da “under” per gli scommettitori. Direzione di gara affidata a Di Paolo di Chieti.

SAN PAOLO PADOVA-VIRTUS CASTELFRANCO. Prima di analizzare le forze in campo, la domanda da porsi è: si giocherà la gara dell’Euganeo? Il quesito non è provocatorio, vista la brutta aria che continua a tirare dalle parti di via Canestrini, tra fantomatici acquirenti olandesi, stipendi non pagati, continui rinvii e giocatori con la valigia pronta. Una brutta storia, purtroppo non isolata, in un contesto dilettantistico italiano che dopo i fasti spropositati degli anni passati si trova a fare i conti con l’improvvisa carenza di risorse che miete ogni anno numerose “vittime”.

L’impressione è che alla fine Caco e compagni scenderanno in campo, concedendo ancora un po’ di credito alla società. Bisognerà però vedere se tutti risponderanno all’appello di mister Longhi – già sicuro di dover rinunciare allo squalificato Bianchi – in un match importantissimo in chiave salvezza. Risaputo che i padroni di casa occupano l’ultima piazza, c’è da dire che i modenesi della famiglia Chezzi non stanno molto meglio ma con soli sei punti in più dei gialloblù sarebbero attualmente salvi e senza necessità di passare per gli spareggi. Arrivasse quella vittoria che i san paolini hanno dimostrato di saper cogliere ogni tanto tra le mura amiche, sarebbe quindi doppiamente importante, in quanto stravolgerebbe gli equilibri nelle zone calde della graduatoria. Arbitrerà Cassella di Bra.

JOLLY MONTEMURLO-ESTE. Dopo il roboante 4-1 ottenuto a Piacenza, l’Este cerca il… Jolly in Toscana, sperando in notizie positive provenienti da Porto Tolle, dove i rodigini affronteranno la Correggese nel big match di giornata.

Se i risultati delle partite fossero determinati solo dai valori in campo, i giallorossi potrebbero risparmiarsi la lunga trasferta e chiedere la vittoria a tavolino, tale è la differenza tra le due compagini. Nel calcio, però, non sempre vince il più forte, anzi spesso trionfa semplicemente chi ci crede maggiormente e proprio questo dovranno tenere bene a memoria i giallorossi, che mai come in questa stagione hanno dimostrato di soffrire soprattutto le “piccole”, dalle quali hanno rimediato brucianti sconfitte (Formigine, San Paolo, Romagna Centro).

In terra pratese, gli atestini troveranno una squadra che all’andata riuscirono a piegare di misura e solo nel finale, attualmente invischiata in zona playout e a digiuno di vittorie da sei turni. Nell’occasione, mister Settesoldi dovrà rinunciare a Frosini, Di Vito e Michelotti, tutti appiedati dal giudice sportivo, ma potrà contare sui nuovi acquisti Pecchioli e Stampa, rispettivamente attaccante e difensore provenienti da Lucchese e Messina.

Dovrà operare qualche variazione in formazione anche mister Zattarin, vista la squalifica di Scotton e i problemi fisici che tormentano Bonazzoli e capitan Lelj. Probabile, quindi, la conferma nell’undici titolare di Tulhao e Coraini, entrambi convocati per l’ultimo stage con la rappresentativa di serie D, in vista del torneo di Viareggio. L’incontro sarà diretto dal signor Dalla Palma di Milano.

ROMAGNA CENTRO-ABANO. Si sfidano due delle squadre più in forma del momento, che pur occupando diverse posizioni in classifica, hanno fatto registrare un andamento quasi speculare nelle ultime uscite. Con tre successi negli ultimi cinque turni, due dei quali consecutivi, cesenati ed aponensi hanno festeggiato nel miglior modo Natale ed anno nuovo, e non hanno alcuna intenzione di vedere interrotti i loro ruolini di marcia.

Battendo Este e Fiorenzuola, il Romagna Centro si è infatti portato quasi fuori dalla zona playout, mentre grazie agli innesti giunti nel mercato invernale, l’Abano ha confermato di poter puntare ad un posto nei playoff. Le condizioni per bissare il pirotecnico 3-3 col quale si chiuse la gara d’andata sembrano esserci proprio tutte. Arbitrerà Cascella di Bari.

Queste le altre partite del ventesimo turno: Piacenza-Bellaria 0-0 (giocata oggi), Ribelle-Fidenza, Rimini-Scandicci, Formigine-Imolese, Delta Porto Tolle-Correggese, Fortis Juventus-Mezzolara.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy