Nel turno infrasettimanale spicca il big match Rimini-Este

Nel turno infrasettimanale spicca il big match Rimini-Este

Commenta per primo!

Coincide col penultimo turno infrasettimanale, la terza giornata di ritorno del girone D, che vivrà il suo momento più entusiasmante nel big match tra la capolista Rimini e l’inseguitrice Este. Ma spunti di interesse offrono anche gli impegni delle altre padovane, soprattutto per chi è invischiato nella lotta salvezza.

Vediamo i match di domani (ore 14.30) nel dettaglio.

THERMAL ABANO-FIDENZA. Se la cura Vittadello funziona davvero, il momento di dimostrarlo è adesso. A Monteortone arriva infatti il fanalino di coda Fidenza, due sole vittorie all’attivo finora, peggior attacco del girone e ultimo successo esterno risalente al dicembre 2013. La vittima ideale, parrebbe, per cogliere tre punti che potrebbero proiettare i termali fuori dalla zona playout.

La strada non è in realtà così spianata come potrebbe sembrare, visto che la Thermal ha solo 5 punti in più degli emiliani. Privi dello squalificato Montin (ai fidentini mancheranno per lo stesso motivo Messineo e il tecnico Zanardi), i rossoverdi tenteranno di portare a tre la serie di risultati utili consecutivi, in attesa del derby di domenica ad Este. Arbitrerà Didu di Jesi.

RIMINI-ESTE. Mancano ancora 16 giornate alla fine del torneo, ma quello di domani potrebbe già essere uno snodo decisivo per il discorso promozione. Un filotto incredibile di 13 vittorie, spezzato solo dal ko nello scontro diretto con la Correggese, ha proiettato i romagnoli in testa con 46 punti, la miglior difesa e il secondo miglior attacco del gruppo, grazie soprattutto ai 19 centri del capocannoniere Pera.

L’Este, grazie alle ultime tre vittorie consecutive si è portato a -6 e vorrebbe ulteriormente ridurre il distacco, per riaprire la lotta per il primato (con la Correggese spettatrice molto interessata) e confermarsi “ammazza nobili decadute”, come accaduto all’andata. In un afoso mercoledì di fine settembre, gli atestini si imposero infatti nel finale per 3-1 e negli spogliatoi non mancarono le scintille, come ricordato dal tecnico biancorosso Cari, che ha puntato anche sulla voglia di rivincita per caricare Ricchiuti e compagni.

Molto determinato nell’affrontare l’impegno del “Neri” anche il collega Zattarin, che sulla corsia di destra dovrà fare a meno dello squalificato Favaro ma dovrebbe recuperare, almeno per la panchina, Bonazzoli. Direzione di gara affidata a Meleleo di Casarano.  

JOLLY MONTEMURLO-ABANO. Troppo brutto per essere vero, nonostante il valore dell’avversario, l’Abano travolto domenica dal Piacenza. Anche perché i neroverdi, dopo gli innesti del mercato invernale, stavano attraversando un ottimo momento di forma. Meglio considerarlo un infortunio, una parentesi negativa, tanto che a tre giorni di distanza per Antonioli e compagni c’è subito la possibilità di incamminarsi nuovamente sulla retta via, tentando di espugnare il campo dei pratesi, terzultimi con soli tre punti nelle ultime otto apparizioni, frutto di altrettanti pareggi.

Quello con i toscani del pericoloso bomber Pecchioli è il primo di due match sulla carta favorevoli (domenica a Monteortone arriverà la Ribelle), che prima della sosta di inizio febbraio potrebbero rilanciare gli aponensi nella corsa per un posto playoff. Al “Nelli”, il calcio d’inizio verrà decretato (alle 15) da Bendandi di Ravenna.   

FORTIS JUVENTUS-ATLETICO SAN PAOLO. Seconda trasferta consecutiva per i san paolini, che dopo il blitz di Budrio cercheranno un bis che potrebbe rivelarsi importantissimo nella corsa salvezza. Privi degli squalificati Benucci e Rebecca e senza il portiere Rosiglioni, non convocato dopo le recenti esclusioni per motivi disciplinari, i gialloblù proveranno a regalare un’altra gioia al neo mister Antonelli, in attesa che si chiarisca la situazione societaria.

Uscire indenni da Borgo San Lorenzo non sarà però per nulla facile, sia per l’ambiente tradizionalmente caldo dei campi toscani, sia perché i fiorentini – che pure in casa non hanno mai perso – vengono da un periodo poco positivo, che ha fatto ridurre a sole tre lunghezze il margine di vantaggio sulla zona pericolosa.

Viste le difese non proprio impermeabili di entrambe le contendenti, ci si attende una partita da “over” quanto a reti segnate. Arbitrerà D’Angelo di Ascoli Piceno.

Queste le altre gare in programma: Correggese-Scandicci, Delta Porto Tolle-Imolese, Formigine-Fiorenzuola, Piacenza-Virtus Castelfranco,  Ribelle-Bellaria, Romagna Centro-Mezzolara. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy