Padovane a lezione di toscano

Padovane a lezione di toscano

Nel nono turno, il San Paolo ed Este cercano conferme a Campi Bisenzio e San Miniato.

Commenta per primo!

Banchi di prova. Potrebbero essere definite così le trasferte toscane che attendono le nostre squadre nel nono turno di serie D, in programma domani.

La sfida più equilibrata pare essere quella che vedrà di fronte Lanciotto Campi Bisenzio e San Paolo Padova (arbitro De Luca di Ercolano). Da una parte ci sono infatti i neopromossi fiorentini, una delle rivelazioni di questa prima parte di torneo, che nonostante la sconfitta patita a Verona nella giornata precedente hanno finora raccolto 12 punti, uno in più dei patavini, e possono fregiarsi dell’imbattibilità casalinga.

Sull’altro fronte c’è però un San Paolo che, nonostante debba fare ancora a meno dei suoi pezzi da novanta (non ci saranno Lestani, Nicoletti, Bonato e Lucchini sarà in panchina ma solo per onor di firma, nda), grazie al pur sofferto successo sulla Pavullese ha interrotto una scia negativa che aveva fatto accendere qualche campanello d’allarme e ora guarda con più fiducia al proseguo della stagione.

Mister Fonti, dopo aver evidenziato le assenze che penalizzeranno anche gli avversari (Taddei e Burgnich, squalificati) ed elogiato i tanti giovani a sua disposizione, ha declamato la sua “ricetta” per far bene in terra fiorentina: «Servirà umiltà e attenzione per ottenere risultati che diano continuità».

Più agevole, ma solo sulla carta, appare il viaggio che porterà l’Este a San Miniato, a casa del Tuttocuoio (arbitro Piscopo di Imperia). Domato lo Scandicci e approfittando del pareggio del Cerea, la capolista ha dato il là ad una mini fuga che la vede avvantaggiata di 5 lunghezze sulle dirette inseguitrici. Il calendario prevede ora per i giallorossi una doppia trasferta consecutiva – la seconda delle quali sarà un vero e proprio scontro diretto nella bassa veronese – che ne metterà a serio repentaglio l’imbattibilità e l’impermeabilità della difesa (una sola rete al passivo finora).

Il Tuttocuoio è probabilmente l’avversario peggiore da affrontare in questo momento per la truppa di Zattarin, che non dovrebbe avere problemi di formazione, a parte i lungodegenti Aliberti e Rubbo e lo squalificato : ancora a secco di successi sul campo (ma ne ha appena ottenuto uno, pesantissimo, grazie al giudice sportivo che ha cambiato da 1-1 a 3-0 il risultato della gara col Ravenna, nda) e invischiato in zona retrocessione, il team senese può contare sull’entusiasmo dei tanti giovani che ne compongono la rosa e saranno motivatissimi nel fare lo sgambetto alla capolista.

L’Este dovrà quindi dimostrare ancora una volta di meritare la posizione che occupa, andando ad allungare la serie che finora l’ha sempre vista trionfare lontana dalle mura amiche.

Le altre partite del nono turno (ore 15): Forlì-Rosignano, Santa Croce-Sestese, Pistoiese-Bagnolese, Ravenna-Virtus Vecomp, Scandicci-Cerea, Villafranca-Mezzolara, Castelfranco-Camaiore, Pavullese-Forcoli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy