Padovane a ripetizione dalle prime della classe

Padovane a ripetizione dalle prime della classe

Nel quattordicesimo turno il San Paolo ospiterà  il Real Vicenza mentre l’Este andrà  a Pordenone.

Commenta per primo!

Superati ormai i due terzi del girone d’andata, San Paolo ed Este lanceranno da domani lo sprint finale che condurrà le nostre rappresentative alla pausa natalizia e, quindi, al giro di boa del torneo. Appaiate a quota 20 punti, a ridosso della zona playoff, entrambe dovranno misurarsi con avversarie di assoluto prestigio, costruite in estate per ambire al salto di categoria.

L’alternanza del calendario prevede che sia stavolta il San Paolo a giocare in casa, ospitando il Real Vicenza (arbitro Diomaiuta di Albano Laziale). I gialloblù vengono dalla pur onorevole sconfitta in casa della capolista Vecomp, mentre i berici, pur non disputando l’ultima gara col San Donà a causa dell’alluvione che minacciava lo stadio “Menti”, sono quinti a quota 24.

«Anche a Verona abbiamo confermato i nostri alti e bassi, speriamo prima o poi di riuscire a migliorare – commenta mister Fonti – Ora dobbiamo ritrovare il bandolo della matassa e magari infilare un filotto positivo come quello che ci ha permesso di risalire in classifica. Cercheremo di sfruttare il fattore campo, anche se l’avversario è dei più temibili, una società che punta a fare la guerra al Vicenza, diventando una sorta di Chievo».

In effetti, i biancorossi di patron Diquigiovanni possono vantare su una rosa costruita da moltissimi elementi di valore (il portiere Piccolo, Ferronato, Mirco Gasparetto, Beccaro, Vianello solo per citarne alcuni), che crea però problemi nell’utilizzo degli under a mister Andreucci. Guai di formazione, ma dovuti ai tanti indisponibili anche in casa san paolina, dove mancheranno Mietto, Favero, Gomiero, Bizzaro, Bottaro e Villatora, a fronte dei rientri di Furlanetto, Pasha e Rampazzo.

Trasferta da brividi invece per l’Este, che dopo aver rimediato in extremis un 1-1 casalingo col Trissino, renderà visita al Pordenone, un’altra delle candidate al salto in Lega Pro (arbitro Boggi di Salerno). Dopo una partenza sprint, i “ramarri” hanno un po’ frenato e vengono da 2 ko consecutivi ma sono comunque terzi, sei punti sopra ai giallorossi. Di prim’ordine il parco atleti a disposizione di mister Soncin: Lavagnoli, Lestani, Zubin, Lucchini e Sessolo (gli ultimi due entrambi ex atestini) sono solo alcune delle armi a disposizione di una corazzata che finora in casa ha subito tre sole reti.

L’Este, che affronterà il viaggio in Friuli senza il portiere Trivellato e il bomber Brotto, entrambi squalificati, pare comunque intenzionato a mantenere il consueto assetto offensivo, pur memore che l’ultimo risultato portato a casa dal “Bottecchia” è un secco 3-0 rimediato due anni fa e contro un Pordenone di tutt’altra caratura tecnica.

Le altre partite del quattordicesimo turno: Porto Tolle-Sacilese, Giorgione-Cerea, Legnago-Clodiense, Montebelluna-Kras Repen, Sambonifacese-Belluno, San Donà-Sanvitese, Tamai-Quinto, Trissino-Virtus Vecomp.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy