Padovane in campo con gli occhi al cielo

Padovane in campo con gli occhi al cielo

Nel turno infrasettimanale di domani, Este e San Paolo dovranno guardarsi da Sanvitese, Porto Tolle e…neve.

Commenta per primo!

Turno infrasettimanale con l’incognita maltempo per le padovane di serie D. Il pericolo neve potrebbe infatti mettere a rischio la disputa dei due importanti incontri della terza di ritorno che vedranno come protagoniste le nostre due rappresentative (domani, ore 14.30).

Parte con l’obiettivo dei tre punti a tutti i costi l’Este, che ospiterà una Sanvitese altrettanto motivata a cogliere il bottino pieno (arbitro Patrignani di Roma). Dopo aver gettato via l’ennesima ghiotta occasione non andando oltre lo 0-0 a Quinto, con tanto di rigore sbagliato da Iarrusso in casa del fanalino di coda trevigiano, i giallorossi vogliono bissare il successo che all’andata consentì a Thomassen e compagni di rilanciarsi. Ora come allora, la banda di Zattarin – che riavrà a disposizione Tessari, di ritorno dalla squalifica – ha bisogno dei tre punti per allontanarsi dalla zona calda e tenere vive delle deboli speranze di risalita verso posizioni più nobili.

Dall’altra parte, troveranno però una squadra davvero con l’acqua alla gola, reduce da tre sconfitte nelle ultime quattro uscite e che punta quantomeno a ridurre il divario dalle avversarie che la precedono, per evitare lo spettro della retrocessione diretta. Visti i numeri dei rispettivi attacchi e difese, almeno lo spettacolo pare comunque assicurato.

Trasferta da brividi invece per il San Paolo, atteso da un Porto Tolle che dopo aver espugnato San Vito, vuol tornare a gioire anche tra le mura amiche, dove i tre punti mancano da inizio dicembre (arbitro Guidi di Imola). Anche con una partita in meno (devono recuperare il match di Legnago, sospeso per nebbia), i rodigini sono la quarta forza del torneo, sono partiti con ambizioni di promozione e in casa possono contare sul supporto del calorosissimo pubblico locale.

«Anche con Zanardo squalificato (così come Depetris, nda), il Porto resta una corazzata – osserva il tecnico gialloblù Fonti – in grado di mixare tecnica, forza ed agonismo, a partire dal capitano Marangon. Dopo il ko di sabato col Legnago, noi dovremo tirare fuori qualcosa in più per ripartire. Ora l’importante è non vedere la situazione più grave di quel che è, in quanto il torneo è ancora molto lungo, presenta tanti scontri diretti da giocare e la classifica è comunque corta. All’andata, proprio contro i polesani conquistammo il primo punto stagionale, che diede il là alla nostra risalita, speriamo accada altrettanto domani».

Quel che è certo, comunque, è che già da oggi il mister patavino ha a disposizione una freccia in più nel suo arco: è stato infatti perfezionato il tesseramento del fantasista offensivo Pinheiro Rodrigues, ex Vicenza, Lucchese e Ancona che già da alcune settimane si era aggregato alla truppa san paolina. Il brasiliano andrà probabilmente a far coppia in avanti col rientrante Mazzeo, vista la perdurante assenza di Volpato, cui si sommano quelle di Furlanetto, Masiero e Franceschini.

Le altre partite del ventiduesimo turno: Kras Repen-Cerea (rinviata per maltempo al 23/01), Pordenone-Sambonifacese (ore 15, diretta tv Rai Sport), Sacilese-Union Quinto, Trissino-San Donà, Montebelluna-Tamai, Virtus Vecomp-Real Vicenza, Legnago-Giorgione, Clodiense-Belluno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy