Prima giornata ricca di incognite per le padovane

Prima giornata ricca di incognite per le padovane

Nell’esordio stagionale Este e San Paolo ospiteranno Tamai e Ripa, mentre la Thermal debutterà  a San Colombano.

D… nuovo in pista. Archiviati i primi impegni ufficiali della stagione che han visto tutte le rappresentative padovane eliminate già nel turno preliminare di Coppa Italia, domani prende il via il campionato, anzi i campionati, visto che le squadre della nostra provincia sono state inserite in gironi diversi.

Este e San Paolo continueranno infatti a frequentare il girone C, mentre la neopromossa Thermal Abano, dopo le vicissitudini societarie estive, è stata “confinata” nel D, che si sviluppa lungo la dorsale tosco emiliana.

Giallorossi e gialloblù, quindi, ritroveranno gli avversari di sempre, mentre per i termali molti match saranno una assoluta novità.

In occasione della prima giornata, questo discorso vale in particolare per l’Este, che ospiterà il Tamai (arbitro Veraldi di Bari), riprendendo idealmente il finale della scorsa stagione quando euganei e friulani si affrontarono alla penultima giornata e grazie ad un risicato 0-0 si assicurarono entrambi la matematica salvezza. I due sodalizi, tra l’altro, sono tra i più longevi della categoria: per la società del presidente Lucchiari si tratta infatti del nono anno consecutivo in D, mentre le “furie rosse” taglieranno addirittura il traguardo delle 13 presenze.

Per quanto riguarda le formazioni, tra i locali potrebbero debuttare gli ultimi due acquisti giunti in settimana (la punta classe ’92 Gianmaria Stefani, con esperienze nelle giovanili del Vicenza e del Venezia e l’esterno italo brasiliano Davide Tarcisio Favaro, ’94 dal vivaio del Chievo) mentre i pordenonesi durante l’estate si sono rafforzati acquistando giovani già esperti del torneo quali Colombera, Perissinotto, Rossi e Furlan.

Avversario tutto nuovo, invece, per un San Paolo altrettanto nuovo a partire dalla panchina, sulla quale siederà l’esordiente Nicola Saviolo. Al “Plebiscito” sbarcherà infatti il Ripa La Fenadora, rocciosa compagine bellunese all’esordio dopo il ripescaggio estivo (arbitro Lalomia di Agrigento).

Ai gialloblù mancheranno gli acciaccati Vianello, Minto e Milani ma nell’undici titolare potrebbero trovare subito posto gli ultimi due arrivi, ovvero il portiere Rosiglioni “cavallo di ritorno” dopo l’esperienza a Poggibonsi, e il difensore Faloppa. «Il fallimento di numerose società ha reso più semplice l’acquisto di elementi con Rosiglioni e Faloppa, che renderanno più competitivo un gruppo molto rinnovato ma a cui il nuovo mister sta dando grande entusiasmo – analizza il ds Gementi – Sarà un campionato molto equilibrato, nel quale partiamo con l’obiettivo della salvezza, cercando di esaltare le qualità di un gruppo in cui si mixano atleti esperti e giovani del vivaio». Respirano entusiasmo anche gli avversari di domani, gasati dalla promozione e con una rosa rodata, nella quale spiccano i vari Andreolla, Tormen, Nicoletto e De Carli.

«Loro giocano assieme da due anni ma anche noi stiamo trovando le giuste geometrie – conferma mister Saviolo – Non siamo al 100% ma comunque ci sentiamo pronti e con gli stimoli giusti, sarà importante partire bene perché un risultato positivo all’esordio dà sempre morale».

Bagnerà il proprio esordio assoluto in riva al Lambro la Thermal Abano, attesa a San Colombano da un’altra compagine molto esperta, viste le dieci apparizioni in categoria (arbitro Berger di Pinerolo). Tra i neroverdi dovrebbe fare il suo esordio la punta Daniele Rocco, prelevato dal Monfalcone col quale ha messo a segno quasi 50 reti in due stagioni di Eccellenza. Il bomber dovrebbe affiancare Cacurio nell’attacco predisposto da mister Vinicio Bisioli.

Questo il programma completo del girone C (ore 15): Belluno-Trissino, Montebelluna-Pordenone, Dro-Marano, Fersina-Triestina, Sacilese-Mezzocorona, Sanvitese-Giorgione, Monfalcone-Vittorio Veneto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy