Ribaltone Thermal: via Vittadello e Contarin alla vigilia di un match salvezza

Ribaltone Thermal: via Vittadello e Contarin alla vigilia di un match salvezza

Continua il tour de force per le squadre del girone D, che con quelle di domani arriveranno a tre partite nell’arco di una settimana e prima della sosta pasquale si preparano ad affrontare un’ulteriore tappa, giovedì prossimo.

Molti gli spunti interessanti offerti dai match della tredicesima di ritorno, soprattutto per quanto riguarda la lotta salvezza, con notizie di improvvisi stravolgimenti che arrivano da Abano, sponda Thermal, dove sia mister Mario Vittadello che il ds Carlo Contarin si sono dimessi, alla vigilia del delicatissimo incontro col Jolly Montemurlo.

ESTE-MEZZOLARA. Senza il cannoniere e genio del centrocampo Rondon, squalificato, l’Este vuole approfittare del contemporaneo scontro tra Correggese e Piacenza per consolidare il suo terzo posto e confermare la ritrovata solidità difensiva (nessuna rete subita negli ultimi tre turni). Di fronte, i giallorossi avranno un Mezzolara in serie positiva da altrettante gare, che tenterà di aumentare ulteriormente il vantaggio rispetto alla zona playout.

I bolognesi, privi di Malo, fermato dal giudice sportivo, punteranno a riscattare il pesante 1-5 subito all’andata, con l’ex Iarrusso pronto a giocare un brutto tiro agli ex compagni. Tra gli euganei, mister Zattarin conta di poter recuperare almeno Rubbo, mentre appare più improbabile l’utilizzo dell’acciaccato Bonazzoli, che avrebbe potuto dar vita ad una sfida nella sfida contro l’altro ex doriano Bazzani, capitano dei bolognesi. Al Nuovo Comunale dirigerà Perenzoni di Rovereto.

THERMAL ABANO-JOLLY MONTEMURLO. La notizia bomba arriva alla vigilia dell’ennesimo ed importantissimo scontro salvezza: sia mister Vittadello che il ds Contarin si sono dimessi, abbandonando una barca che appare sempre più alla deriva. Un organico risicatissimo, così come il budget a disposizione, le voci sempre più insistenti di fusione con l’Abano a fine stagione e anche l’ennesimo trasloco forzoso per la rizollatura del campo di Monteortone (domani i rossoverdi giocheranno infatti a Chioggia), le micce che hanno portato al terzo cambio in panchina nel giro di sei mesi (in precedenza se n’era andato, per problemi di salute, Vinicio Bisioli).

A dirigere la prima squadra è stato così promosso il tecnico della formazione juniores Massimiliano Pedriali, mentre come ds agirà l’ex vicentino Alberto Briaschi. La nuova coppia tecnica dovrà cercare di rivitalizzare una formazione scivolata al penultimo posto e che domani si giocherà un… jolly importantissimo contro i toscani di mister Venturi (appena squalificato per tre giornate), al momento fuori dalla zona playout grazie ai gol del bomber Pecchioli ma con una sola lunghezza di margine.

Troppo alta, probabilmente, la posta in palio per sperare in un risultato pirotecnico quale il 4-3 dell’andata ma di questi tempi, tutto è possibile. Al “Ballarin” fischierà Calì di Caltanissetta.

DELTA PORTO TOLLE-ABANO. Atmosfera di tutt’altro tipo sulla sponda neroverde di Abano. Il team di Max De Mozzi ha infatti agguantato il Bellaria al sesto posto, che significa partecipazione ai playoff, e vuol tenere il passo delle migliori della graduatoria. Davanti, gli aponensi (che patiranno le importanti assenze per squalifica di Bortolotto e Da Ros) si troveranno però un undici polesano parso trasformato dall’ennesimo cambio tecnico, che ha visto tornare in panchina mister Luca Tiozzo, affiancato dal direttore tecnico Zuccarin: coppia che portò i rodigini in Lega Pro nel 2013.

Privo a sua volta degli appiedati Lauria e Cinti, il Delta dovrà però fare attenzione alla voglia di ben figurare dell’ex Paolo Zanardo, chiamato nell’occasione a guidare l’attacco ospite e desideroso di far vacillare le certezze dei vecchi compagni, ormai quasi certi di disputare i playoff. Direzione di gara affidata a Madonia di Palermo.

SCANDICCI-ATLETICO SAN PAOLO. Altra situazione societaria complicatissima è quella del San Paolo, con la squadra ormai lasciata a sé stessa da mesi e i giocatori rimasti che tentano di salvare il salvabile pur non percependo stipendi da inizio stagione.

Il 2-1 al Formigine ha dimostrato che giocatori e mister hanno ancora voglia di provare ad evitare almeno la retrocessione diretta ma per concretizzare questa volontà, da qui a fine torneo bisognerà cercare di raccattare più punti possibili, anche nella tana di uno Scandicci che tra le mura amiche ogni tanto inciampa. I toscani di Ciccio Baiano, senza lo squalificato Guarino, puntano altresì a fare bottino pieno, per accaparrarsi una tranquilla posizione di metà classifica che significherebbe salvezza anticipata.

Tra i (non tanti) convocati del San Paolo, da notare invece le assenze di Bianchi (appiedato dal giudice sportivo) e Rebecca. Arbitro designato per la sfida è Mansi di Nocera Inferiore.

Queste le altre partite della trentaduesima giornata: Fiorenzuola-Virtus Castelfranco, Imolese-Fortis Juventus, Rimini-Ribelle, Fidenza-Bellaria, Formigine-Bellaria, Correggese-Piacenza. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy