Rubbo nel finale spedisce l’Este in vetta

Rubbo nel finale spedisce l’Este in vetta

Commenta per primo!

ABANO-ESTE 0-1

ABANO: Rossi Chauvenet, Maistrello, Zattarin, Ballarin, Maniero, Zompa, Giusti (40′ st Danieletto), De Cesare, Guccione (19’ st Da Ros), Bortolotto, Beccaro. A disp: Murano, Bordin, Antonioli, Trovò, Bizzotto, Baccarin, Berlose. Allenatore: De Mozzi.

ESTE: Lorello, Favaro, Scotton, Lelj, Zoppelletto, Meneghello, Albanesi (10’ st Turea), Rubbo, Coraini (23’ st Bernardelle), Rondon, Beghetto. A disp: Veronese, Gal, Tulhao, Tessari, Mario, Piva, Rampin. Allenatore: Zattarin.

ARBITRO: Garoffolo Valentina di Vibo Valentia (Naccari, Gerometta).

MARCATORE: 39’ st Rubbo (E).

NOTE: ammoniti Bortolotto, Beccaro (A). Spettatori 500 circa.

A dodici anni di distanza dall’ultimo confronto, l’Este dà un nuovo dispiacere all’Abano, espugnando col minimo scarto lo stadio delle terme. Una vittoria, quella conquistata dai giallorossi grazie alla rete di Rubbo nel finale, che permette a Lelj e compagni di tornare ad assaporare almeno per una notte il gusto del primato in solitaria, nell’attesa del big match di domani tra Piacenza e Rimini.

Per l’Abano, condizionato da numerose assenze, si tratta invece della seconda sconfitta consecutiva: un ko che comunque non inficia la buona impressione fornita finora dall’undici di De Mozzi.

I primi 25’ del primo tempo sono nettamente appannaggio dei padroni di casa, che si fanno vedere dalle parti dell’area atestina già al 7’, col tiro cross di Bortolotto che si spegne però a lato. Passa un minuto e il portiere ospite Lorello è costretto ad uscire precipitosamente in presa bassa, per anticipare Giusti lanciato a rete. L’estremo difensore dell’Este sale ancora in cattedra al 10’, quando deve distendersi per deviare in corner la velenosa punizione di Beccaro. L’Abano va vicino al gol anche all’11’, quando Giusti prova l’infilata per Zompa, ex di turno, che di testa in mischia spedisce di poco oltre la traversa.

Col passare dei minuti la pressione dei locali si allenta e gli ospiti cominciano a mettere il naso oltre la propria metà campo. La prima occasione per i giallorossi è datata 32’, con la punizione dal limite dello specialista Rondon che finisce però alta. Ancora il numero 10 di mister Zattarin si procura una ghiotta palla gol al 41’, recuperando con caparbietà la sfera in area e andando alla conclusione a pochi passi dal palo, con la sfera che sorvola però l’incrocio dei pali opposto.

La frazione si chiude quindi col servizio dello stesso Rondon su punizione per Lelj, che in girata tenta di replicare la prodezza valsa il 3-3 contro il Delta, trovando però stavolta sulla propria strada l’opposizione di Rossi, che riesce a respingere.

Così come si era chiuso il primo tempo, così si apre la seconda frazione. L’Este diventa infatti padrone del gioco, sfruttando anche l’evidente calo fisico aponense, e si fa vedere con convinzione sempre maggiore dalle parti di Rossi. Al 14’ è proprio in seguito ad un’incertezza dell’estremo neroverde che si lascia scappare il pallone dalle mani, se Coraini ha la grande occasione di timbrare il cartellino, rivelandosi però troppo poco reattivo a non più di tre metri dalla linea di porta. Passano 2’ e gli ospiti reclamano un calcio di rigore per un tocco di mano, che la signora Garoffolo (attenta la sua direzione, nda) nega però con fermezza.

Il predominio territoriale atestino prosegue, pur senza generare occasioni da gol almeno fino al 37’, quando è il solito Rondon a cercare gloria con una conclusione a giro da 25 metri che si perde però sul fondo. A forza di insistere, l’Este trova quindi il pertugio giusto quando scocca il 39’: ad innescare la manovra, manco a dirlo è Rondon, che defilato sulla tre quarti sinistra fa partire un cross prolungato di testa da Bernardelle, sul quale Rubbo si avventa in girata rasoterra, battendo imparabilmente Rossi sul secondo palo.

Sulle ali dell’entusiasmo e spinti anche dall’incitamento del numeroso pubblico, Lelj e compagni potrebbero anche raddoppiare a 2’ dal termine, ma il diagonale di Beghetto viene respinto da Rossi, che evita così un passivo troppo pesante per i suoi.

SPOGLIATOI. Si gode il successo conquistato a Monteortone mister Gianluca Zattarin, che elogia a fine gara la prova corale dei suoi ragazzi: «L’Abano è partito forte e noi per 25 minuti non abbiamo fatto bene, pur rimanendo molto compatti – ammette il tecnico dell’Este – Abbiamo comunque rischiato poco e preso progressivamente campo, per poi disputare un ottimo secondo tempo, nel quale avremmo potuto anche segnare prima. I neroverdi sono una squadra molto difficile da affrontare ma noi abbiamo dimostrato grande compattezza anche nei momenti di difficoltà e abbiamo letto molto bene la partita, soprattutto nella ripresa, quando siamo stati bravi a crederci fino alla fine.

Fino a domani possiamo goderci una classifica che ci fa molto piacere, poi da lunedì sarà già tempo di pensare al turno infrasettimanale di mercoledì», chiude profeticamente.

Accetta con serenità il verdetto del campo il collega De Mozzi: «Il primo tempo l’abbiamo fatto noi – commenta il trainer dell’Abano – esercitando il possesso palla e dimostrando coraggio, poi alla lunga siamo stati penalizzati dalle assenze e dalla condizione fisica di alcuni elementi che ho dovuto schierare dopo lunga assenza, proprio per sostituire gli indisponibili. Il calo nel secondo tempo è stato dovuto proprio dalla forma precaria di alcuni ragazzi ma nonostante questo abbiamo tenuto duro. In questa situazione non possiamo fare altro che stringere i denti e continuare a lottare come sappiamo.

L’Este è una delle favorite del girone e la differenza l’hanno fatta l’esperienza del loro centrocampo e la maggiore qualità dei giovani, anche se ci tengo a sottolineare che i nostri provengono dal settore giovanile, mentre loro possono permettersi di pescarli dai vivai delle grandi squadre», chiosa l’allenatore aponense.

ALTRE PARTITE. Nell’altro anticipo odierno, il Mezzolara ha superato per 2-1 lo Scandicci. Domani giocheranno invece le altre due padovane del girone D: il San Paolo ospiterà al “Plebiscito” la Correggese, mentre la Thermal Abano sarà di scena a Cesena contro il Romagna Centro. Mercoledì 12, con inizio alle ore 14.30 è invece in programma il turno infrasettimanale.     

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy