San Paolo a caccia del tris, l’Este vuol rimettersi in… Sesto

San Paolo a caccia del tris, l’Este vuol rimettersi in… Sesto

I gialloblù affrontano domenica la lanciatissima Virtus Vecomp mentre i giallorossi difenderanno il primato in Toscana.

Commenta per primo!

E se il trittico terribile (cui seguirà una doppia trasferta toscana, perché gli esami non finiscono mai, nda) si concludesse con un tris di inaspettate vittorie? È l’augurio che si fanno Gianfranco Fonti e i suoi ragazzi, alla vigilia della sfida che domenica vedrà di scena al “Plebisicito” la lanciatissima Virtus Vecomp (arbitro Bertani di Pisa).

I veronesi di Gigi Fresco, infatti, nelle ultime 7 giornate hanno raccolto 6 successi e un pari: un ruolino di marcia che ha proiettato Lallo e compagni a sole 4 lunghezze dalla capolista Este, battuta a domicilio due settimane fa. Ma se i rossoblù hanno 25 punti, il San Paolo – grazie all’hurrà nel derby e all’impresa di Cerea – si è portato a quota 19, più vicino ai playoff che ai playout.

«Ma se pensiamo di aver risolto tutti i nostri problemi, domenica con la Virtus le prendiamo – ammonisce il ds Attilio Gementi – Dobbiamo avere l’atteggiamento delle ultime due gare, concentrati e aggressivi, se vogliamo muovere ulteriormente la nostra classifica».

Perfettamente in sintonia anche il pensiero del tecnico patavino, cui mancherà ancora il lungodegente Nicoletti: «A Cerea abbiamo giocato come piace a me e ho visto dei miglioramenti anche dal punto di vista della convinzione – analizza Fonti – Un po’ alla volta stiamo superando il momento difficile, dobbiamo continuare con queste prestazioni, anche se domenica ci toccherà affrontare quella che forse è la squadra più in forma del momento».

Trasferta sulla carta agevole, ma proprio per questo da prendere ancor più con le molle, quella che vedrà l’Este scendere fino a Sesto Fiorentino, in casa della penultima della classe (arbitro Ranaldi di Tivoli).

La vittoria casalinga sul Forcoli di domenica scorsa ha restituito all’undici atestino la testa solitaria della classifica ma non ancora la brillantezza che l’avevano caratterizzato prima del doppio stop ad opera di Vecomp e San Paolo. In toscana, mister Zattarin riavrà a disposizione Lelj, che ha scontato i due turni di squalifica, ma dovrà ancora rinunciare a Colman (ancora una giornata di stop) e agli infortunati di lungo corso Aliberti e Rubbo. Almeno dalla cintola in su, la squadra riavrà comunque una sua fisionomia, così in avanti dovrebbe ricostituirsi la coppia Moresco-Aliu, con Rondon inamovibile nel ruolo di centrocampista.

Anche Bartalucci, mister di una Sestese caratterizzata dalla giovane età media, dovrà fare a meno dello squalificato Fioravanti. I rossoblù vengono dal ko nel derby a Scandicci ma in precedenza, proprio tra le mura amiche hanno raggranellato la maggior parte degli 11 punti finora guadagnati, riuscendo a imporre il pari anche al Ravenna.

Queste le altre partite del quattordicesimo turno: Bagnolese-Scandicci, Camaiore-Lanciotto, Forcoli-Cerea, Forlì-Santa Croce, Mezzolara-Ravenna, Rosignano-Pavullese, Villafranca-Tuttocuoio, Castelfranco-Pistoiese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy