San Paolo ad un passo dai playoff

San Paolo ad un passo dai playoff

Vincendo con la Sanvitese, i gialloblù si qualificherebbero con un turno d’anticipo. Partita senza assilli per l’Este col Pordenone.

Torna, dopo la sosta pasquale, il campionato di serie D, che a 180’ dal termine della stagione regolare, è pronto ad emettere i primi verdetti nel girone C.

È un turno importante soprattutto per il San Paolo, quello che andrà in scena domani. In caso di vittoria casalinga contro la Sanvitese, infatti, gli uomini di Fonti conquisterebbero con sette giorni d’anticipo il pass per una storica qualificazione ai playoff. L’evento potrebbe avverarsi anche in caso di pareggio, dato che l’unica inseguitrice rimasta – il Quinto – è a -4 dai padovani e sarà impegnata al “Penzo” di Venezia contro la vicecapolista che, nonostante i 6 punti di divario dal Treviso, mantiene ancora una flebilissima speranza di aggancio al primo posto.

Al di là dei calcoli, fare bottino pieno sarebbe importante anche per garantirsi una posizione migliore nella griglia degli spareggi (da ricordare che in caso di parità al termine dei supplementari, si qualifica la meglio piazzata al termine della regular season), oltre che per il morale. Mister Fonti, infatti, dato ormai per acquisito il passaggio alla seconda fase, nei giorni scorsi ha chiarito alla propria squadra come il decoubertiniano “l’importante è partecipare” sia un motto da cancellare, data la forte volontà della società guidata dal presidente Barella di puntare con decisione al salto di categoria.

Sulla strada che porta alla gloria, i gialloblù troveranno una Sanvitese che, forte del +5 sul Concordia, può dirsi ormai salva, considerato anche che nell’ultimo impegno stagionale sarà poi chiamata ad affrontare in casa il già retrocesso Torviscosa.

I patavini, che recuperano il portiere Rosiglioni ed il bomber Volpato, faranno comunque bene a tenere alta la soglia di attenzione, onde evitare spiacevoli sorprese che, soprattutto tra le mura amiche, non sono mancate durante questo torneo. Al “Plebiscito” fischierà il signor Sommese di Nola.

Non hanno invece più nulla da chiedere a questa stagione Este e Pordenone, che si affronteranno senza assilli di classifica agli ordini del signor Fabozzi di Gallarate. Entrambe stazionano infatti a metà graduatoria, in salvo e senza speranze di qualificazione ai playoff, rispettivamente con 43 e 42 punti raggranellati finora.

Se per i ramarri friulani questa può essere vista come l’ennesima annata deludente, i padroni di casa possono dire di aver centrato in pieno l’obiettivo estivo, anche se i numerosi infortuni gravi e le iniziali carenze della rosa possono dare adito a qualche rimpianto.

Pur inseguendo il miglior risultato possibile, in queste ultime apparizioni mister Zattarin potrebbe attuare un consistente turnover, dando spazio ad alcuni elementi di prospettiva provenienti dal vivaio; senza trascurare peraltro la possibilità di rivedere in campo dopo quasi 8 mesi di assenza il giovane bomber Aliù: piccola consolazione per lo sfortunato atleta sul quale la società di via Monte Cero aveva puntato moltissimo la scorsa estate.

Queste le altre partite in programma (ore 15): Kras Repen-Montebelluna, Opitergina-Montecchio, SandonàJesolo-Rovigo, Tamai-Concordia, Torviscosa-Belluno, Treviso-Chioggia, Venezia-Quinto.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy